Barista scrive una parola sulla tazza del caffè e salva una teenager dal suicidio

Ecco l'incredibile storia!

Home > Lifestyle > Barista scrive una parola sulla tazza del caffè e salva una teenager dal suicidio

Può un caffè cambiarti la giornata? Ovviamente sì e può anche salvare delle vite. La storia di Bekah Georgy è l’esempio perfetto di come un semplice atto di gentilezza, come una parola positiva su una tazza di caffè scritta da uno sconosciuto, non solo possa rendere migliore il tuo giorno, ma anche letteralmente salvare una vita.

Bekah Georgy è un’adolescente di Salem, nel New Hampshire: metà della sua vita l’ha trascorsa combattendo contro la depressione, contro diverse malattie croniche, l’anoressia e le convulsioni. E’ entrata e uscita diverse volte dagli ospedali e a un certo punto della sua vita tutto questo è diventato troppo da sopportare.

Il disturbo alimentare di cui soffriva l’ha trasformata, facendole considerare l’idea del suicidio. Nei giorni difficili l’unica cosa che riusciva a bere era il caffè: la faceva sentire più felice e l’aiutava a tenere in allerta il cervello. Un giorno Bekah Georgy si sentiva particolarmente giù, i pensieri suicidi erano tornati nella sua mente, così decise di andare da Starbucks per farsi un regalo.

Il barista ha preso il suo ordine, un caffè freddo. E poi ha fatto una cosa che ha cambiato per sempre la vita di Bekah. Al posto di scrivere il suo nome sulla tazza, come si usa fare da Starbucks, l’uomo ha scritto qualcos’altro, qualcosa di cui la ragazza aveva bisogno in quel momento.

Smile, sorridi, accompagnato da due punti esclamativi e una faccina sorridente.

Bekah fu particolarmente toccata da quell’azione, che scrisse al barista una lettera: “Immagino che non lo sapessi che queste ultime settimane e in particolare quel giorno io fossi in difficoltà. Stavi facendo il tuo lavoro, ignaro che scrivere una scritta minuscola sul mio drink avrebbe cambiato la mia giornata e forse la mia vita”. Forse il barista lo ha scritto per quel tubo per l’alimentazione che usciva dalla sua bocca o perché non ha visto sul suo viso un bel sorriso. “In ogni caso, ti sono grata”.

“Non dovevi rendere speciale il mio ordine, avresti potuto trattarmi come un altro cliente fastidioso, ma hai preso quel secondo in più per aggiungere un po’ di positività a una vita che aveva ricevuto solo cose negative ultimamente”.

“Se non avessi avuto quella tazza, avrei potuto fare dei danni a me stessa quella notte. Quando ho letto quella parola non ho potuto fare a meno di sorridere. Un semplice atto di gentilezza può significare tutto per qualcuno, dare speranza a chi non ce l’ha più. Quindi barista, grazie per aver cambiato la mia giornata!

Un semplice atto di gentilezza non cambierà il mondo, ma cambierà in meglio la vita di una persona.