Basta alle stoviglie monouso in Europa?

Ecco cosa sta succedendo.

Addio alle stoviglie monouso. O quasi. Dall’Unione Europea potrebbe presto arrivare l’obbligo di non usare più piatti, bicchiere, posate e altre stoviglie di plastica monouso. Lo sappiamo, quasi tutti utilizziamo questi accessori per la tavola, dal momento che in caso di tanti ospiti o di pic nic sono davvero molto comodi. Però non dobbiamo dimenticare che sono anche molto “pericolosi” per l’ambiente, dal momento che, usandoli, creiamo tantissimi rifiuti difficilmente smaltibili. E allora perché non abolirli?


Dalle isole Tremiti pochissimi giorni fa è arrivata la notizia della messa al bando di tutte le stoviglie monouso, quelle usa e getta in plastica come piatti, bicchieri, posate e molto altro ancora. Una decisione importante che potrebbe essere presa come esempio anche da altre località e nazioni.

E intanto l’Unione Europea ha presentato le nuove misure sulla plastica monouso, per vietare l’utilizzo di posate, piatti, bicchieri, cannucce, ma anche agitatori per le bevande, i bastoncini di cotone per le orecchie, i bastoncini che si usano per i palloncini. Rifiuti di plastica che possono invadere mari e spiagge della nostra Europa.

Saranno quattro le nuove misure prese in considerazione dalla Commissione Europea per poter affrontare un difficile problema, come quello di 10 tipologie di rifiuti di plastica che, purtroppo, non troviamo solo nelle nostre case e sulle nostre tavole, ma anche nei mari e nelle spiagge d’Europa.

Per queste stoviglie monouso in plastica esistono tantissime soluzioni eco sostenibili, con piatti, bicchieri e posate bio degradabili, che non fanno assolutamente male all’ambiente.

Cambiare mentalità è fondamentale per poter preservare il nostro bel pianeta e ridurre l’impatto ambientale che abbiamo sulla Terra. Le soluzioni alternative ci sono, basta usarle!