Bruges: dove mangiare, dormire e cosa vedere

La cittadina belga per gli amanti del romanticismo e delle fiabe: ecco i consigli da seguire

 

Un piccolo gioiello imperdibile, una cittadina in cui perdersi tra leggende affascinanti e pezzi di storia: Bruges è una meta da non perdere. Per godere le meraviglie del centro medievale passeggiando tra le strade acciottolate e gli edifici dai colori originalissimi, prenotate un aereo per Bruxelles e pianificate una gita fuori porta per un weekend romantico con la vostra dolce metà. Non rimarrete deluse da una piccola oasi di tranquillità nel bel mezzo d’Europa.
L’aria magica, da fiaba, che si respira a Bruges catturerà i vostri cuori. Vi basterà fare una passeggiata per le stradine del centro storico o una gita in barca sui canali per cadere nell’incantesimo, catturati dall’atmosfera di quella che per molti è la più deliziosa di tutte le città delle Fiandre.

bruges_3
La magica Bruges

1. Markt: il centro pulsante della vita di Bruges

La Piazza del Mercato fu iniziata nel 1248 e due volte ampliata, prima nel 14° secolo e poi di nuovo nel 16° secolo. Senza alcun dubbio è il cuore pulsante della città, che durante il periodo natalizio si popola di mercatini veramente caratteristici. Markt racchiude un pittoresco cortile con diversi edifici del commercio, ma in cui occupa un’importanza centrale il mercato coperto e il Beffroi, la torre civica medioevale che sovrasta Bruges. Riconosciuto Patrimonio dell’UNESCO dal 1999, è diventato il simbolo della cittadina. D’altronde il termine Beffroi deriva dal tedesco bërovrit, o bërvrit, che letteralmente significa “Preservare la pace“. Non dimenticate una visita ai campanili che dominano Bruges.

2. La Chiesa di Nostra Signora ed il capolavoro di Michelangelo

Ci sono voluti due secoli per costruire la Chiesa di Nostra Signora, ma è certamente una tappa da non perdere a Bruges. Tra i numerosi tesori d’arte della Onze-Lieve-Vrouwekerk troverete la Madonna col Bambino, la famosa scultura di Michelangelo. Questa statua, realizzata nel 1504, fu acquistata da un commerciante di Bruges, Jan van Mouskroen, e donata alla chiesa nel 1506. Non dimenticate di dare un’occhiata al dipinto sulla Crocifissione di Cristo di Anthony van Dyck. Bruges non è soltanto un centro commerciale, ma anche culturale imperdibile.

bruges_4
Madonna con il Bambino

3. Ottimizzate i tempi: prenotate un tour guidato lungo i canali

Con così tanti corsi d’acqua che percorrono trasversalmente la città, è facile capire perché un giro in barca è una delle cose più popolari da fare a Bruges. Denominata come la più vitale Amsterdam la “Venezia del Nord”, Bruges ospita tour guidati ed escursioni per tutti i gusti sui canali,  in partenza da Huidenvettersplein, della durata di circa 30 minuti. 

bruges_2
Tour sui canali di notte

4. Mangiate le patatine fritte più buone al mondo

La competizione è aperta tra francesi e olandesi. Ma se c’è un piatto che non si può evitare di gustare quando si visita Bruges sono proprio le patatine fritte con doppia dose di maionese e ketchup. Troverete negozi di chip sparsi in tutta la città, ma in Piazza del Mercato ci sono due stand proprio di fronte al Campanile che restano senza dubbio i migliori. Immancabile una chicca per i più golosi: una visita al Museo delle patatine fritte.

5. La Basilica del Santo Sangue: la reliquia di Cristo

La Basilica del Santo Sangue (Heilig-Bloedbasiliek) presiede la piazza di Burg. La chiesa è famosa per la reliquia del Santo Sangue, una fiala di cristallo che dovrebbe contenere una goccia del sangue di Cristo, riportato direttamente dalla Terra Santa da Teodorico dell’Alsazia, nel 1149 al suo ritorno dalla seconda crociata. Ogni anno a maggio, questa sacra reliquia è trasportata attraverso le strade di Bruges in occasione della Processione del Santo Sangue. La basilica si compone di una cappella inferiore romanica e una cappella superiore in stile tardo-gotico, che conserva le reliquie di San Basilio riportate dalla Palestina dal conte di Fiandra. Un’elegante scala a chiocciola conduce alla cappella superiore (costruita nel 1480), nella quale viene portata fuori ogni venerdì la reliquia contenente il Santo Sangue e mostrata ai fedeli, nonché ai pellegrini che si recano in visita a Bruges.

bruges_1
La Basilica del Santo Sangue

6. Una dormita da veri re nella storia medioevale

Il Crowne Plaza Hotel Brugges è il luogo ideale per immergersi nella storia della città. Infatti, nella cantina della struttura alberghiera potrete ammirare le vestigia della famosa Chiesa di San Donato, del XII secolo e di un muro di cinta cittadino, risalente a 1000 anni fa.

7. Minnewater: il lago degli innamorati

Vi avevamo detto che Bruges è la città del romanticismo. Nella parte meridionale della città si trova un tranquilla oasi di pace, dove sorge il lago Minnewater. La leggenda narra che se camminerete sul ponte con la vostra dolce metà il vostro amore sarà eterno. Salici piangenti, sentieri magici del parco circostante e panchine con vista fanno di questo un luogo incantevole per una passeggiata.