Camminare dopo mangiato: i benefici

Ecco i benefici di fare una passeggiata subito dopo pranzo

Camminare dopo i pasti, soprattutto se quel giorno avete un po’ esagerato a tavola, si può considerare un passatempo tipico della nostra cultura, che dovremmo seguire tutti. Bastano solo 10 minuti, entro un’ora dal pasto, per attivare i muscoli e tenere il livello degli zuccheri nel sangue sotto controllo.

camminare-dopo-mangiato-benefici

Uno studio della Milken Institute School of Public Health della George Washington University ha scoperto che, quando gli anziani a rischio di diabete di tipo 2 camminavano su un tapis roulant per 15 minuti dopo i pasti, avevano picchi glicemici nel sangue più bassi nelle ore successive. In effetti, i ricercatori hanno constatato che queste brevi passeggiate dopo aver mangiato erano ancora più efficaci nell’abbassare la glicemia, rispetto a una camminata di 45 minuti svolta durante il resto del giorno, lontano dai pasti.

camminare-dopo-mangiato-benefici

A cosa serve camminare?

I muscoli usano il glucosio come fonte di energia, riducendo gli zuccheri in circolazione. Andrew Reynolds, ricercatore presso l’Università di Otago in Nuova Zelanda ha osservato in uno studio che la passeggiata dopo cena è la più efficace per ridurre i picchi glicemici, oltre a favorire la digestione. Riporta il Time che ulteriori ricerche hanno scoperto che camminare aiuta ad aiutare il cibo a spostarsi dallo stomaco all’intestino tenue, cosa che aumenta il senso di sazietà.