Carica un video mentre pratica degli esercizi con sua figlia di quattro mesi.

La riproduzione è un processo naturale dell’essere umano e purtroppo nessuno può impedire ad una persona di riprodursi, anche se ci sono troppi soggetti che non dovrebbero proprio essere genitori! Il protagonista di questo video, è proprio una delle persone a cui ci stiamo riferendo. Le sue immagini hanno indignato tutti il mondo e migliaia di persone lo hanno insultato e criticato.

L’intento dell’uomo era quello di mostrare come praticare un’attività fisica con la propria bambina. Ma per farlo, ha utilizzato sua figlia di quattro mesi, trattandola come se fosse una bambola di pezza. Il suo nome è Kirill Stremousov, vive con la moglie Oksana e i loro tre figli nella città di Kherson. La neonata che vedete nel video, si chiama Milada e, come già detto, ha solo quattro mesi. L’uomo la fa fluttuare da un lato all’altro, tenendola solo per le braccia e per le gambe. Ciò che ha indignato l’intero web, oltre alla musica di sottofondo che incita al divertimento, è stato il fatto che l’uomo nel video, pronuncia le seguenti parole: “si sente molto meglio ora”. Non ha pensato, nemmeno per un momento, che avrebbe potuto recare alla piccola dei danni permanenti. Commenti cattivi e indignati si sono presto accaniti contro di lui. Beh, come dare torto a queste persone? Si sente anche la piccola mentre si lamenta, ma lui, ignorandola, prosegue con i suoi “esercizi”. Guardate il video, solo se ve la sentire, e poi vi diciamo la spiegazione dell’uomo per giustificare il suo gesto:

Per giustificarsi, dopo l’ira di tutte quelle persone, l’uomo ha spiegato che la piccola è nata in casa, per questo si collega così tanto con la natura. Questo, secondo lui, è un modo per dimostrare le abilità che ha per la ginnastica, che sono state ereditate dai tempi ancestrali.

La cosa che ha meravigliato tutti, è che sui suoi profili social, quest’uomo appare come un papà amorevole e dolce, ma questo video ha dimostrato esattamente il contrario.

Voi, cosa ne pensate?

di Lisa