Chi è impaziente invecchia prima

Ecco cosa è stato scoperto da questo studio scientifico

 

Attenzione ad essere troppo impazienti, potrebbe costarvi la giovinezza. Secondo uno studio scientifico condotto da ricercatori statunitensi e singaporiani esisterebbe una correlazione tra carattere impaziente e lunghezza dei telomeri, ovvero piccole porzioni di Dna che si trovano alle estremità dei cromosomi e che hanno un ruolo fondamentale nei processi di invecchiamento cellulare. I telomeri servirebbero infatti a proteggere i cromosomi dal danneggiamento. Ogni volta che una cellula umana si divide, i telomeri si accorciano, finché, con il passare del tempo, le cellule non riescono più a dividersi e muoiono.

Lo studio

donna arrabbiata
Impaziente

I ricercatori hanno condotto un esperimento su oltre mille studenti universitari cinesi di età compresa tra 21 e 22 anni. A ciascun volontario è stato chiesto se preferiva avere una determinata somma di denaro subito oppure una quantità maggiore in un secondo momento – e dunque valutare il loro grado di pazienza.

Successivamente, gli studenti si sono sottoposti a un prelievo di sangue per misurare la lunghezza dei telomeri nelle proprie cellule. Gli scienziati,  analizzando e incrociando i risultati,  hanno così notato che le studentesse classificate come impazienti avevano anche, in media, telomeri più corti rispetto alle altre.

Questo fenomeno è stato osservato soltanto nelle studentesse, mentre gli studenti di sesso maschile sembrano essere immuni dall’invecchiamento da impazienza. Secondo i ricercatori, la correlazione potrebbe valere anche alcontrario ovvero che le persone con telomeri più corti “sappiano” inconsciamente di avere una vita più breve, sviluppando  un carattere più impaziente.

Ovviamente, questo studio non è da considerarsi una certezza, ma, per scrupolo, impegniamoci a rilassarci un po’ di più, non si sa mai.

Fonte: repubblica.it