Come capire se hai scelto il lavoro giusto

Fai attenzione a questi segnali

 

La vita professionale, se non è soddisfacente o se non rispecchia le nostre aspettative, può inficiare negativamente sulla vita di una persona. Le cause di ansie e di stress più comuni sono il desiderio di carriera, il cattivo rapporto con i colleghi, la figura di un capo-padrone, il rientro al lavoro dalla maternità o la conciliazione casa-famiglia. Ecco i segnali a cui fare attenzione per capire se il lavoro che stiamo facendo è veramente adatto a noi.

I segnali

Mamma e lavoro
Mamma e lavoro

Al mattino sei sempre stanca: se al risveglio sei costantemente di pessimo umore, forse c’è qualcosa che non va. Se il solo pensiero di dover uscire di casa vi fa stare male, probabilmente non siete felici del lavoro che fate. Non tutti gli impieghi possono essere amati alla follia, ma recarsi ogni giorno in un luogo con il cattivo umore, non è certo il modo migliore per avere una vita serena.

Apri gli occhi e ti viene l’ansia: se al mattino, ancora a letto, iniziate a pensare a tutto ciò che dovete fare dal mattino alla sera non è buon segno. Se questa condizione diventa eccessiva, si tramuta in mal di pancia, tachicardia, attacchi di panico o mal di testa. Il lavoro giusto è quello che lascia spazio per respirare e riflettere.

Aspettative: ognuno di noi, è stato soggetto alle aspettative di famiglia, amici e insegnanti durante l’infanzia. Questo tipo di pressione psicologica può influenza la vita adulta, così come le scelte che ci si ritrova a compiere. Non dobbiamo accettare di fare un lavoro solo per soddifare ad esempio le aspettarive dei genitori o del partner.

Lavoro e famiglia: le mamme sono sempre messe a dura prova: da un lato il lavoro e dall’altro la famiglia.  Le donne, spesso, sono bravissime a gestire tutto mantenendo l’equilibrio. Ma una situazione di continua morsa e tensione non può continuare in eterno. Il lavoro giusto non è quello che comprime la persona in sensi di colpa.

Fonte: tgcom24.mediaset.it