Come coltivare i funghi a casa

Ecco qualche consiglio per avere sempre a disposizione questo ingrediente di mille ricette!

 

Come si coltivano i funghi in casa? Se non abbiamo tempo di andare in giro per i boschi e se non abbiamo nemmeno le competenze per poter riconoscere i funghi velenosi, possiamo realizzare una coltura con il fai da te, per poter avere i funghi sempre a nostra disposizione, quando vogliamo portarli in tavola. Realizzare una fungaia non è difficile, così come non è troppo complicato prendersi cura della propria coltivazione. Volete mettere la soddisfazione di servire ai vostri ospiti piatti di funghi coltivati da voi?

funghi
Funghi da coltivare in casa

Ecco come procedere passo dopo passo:

1. Scegliete un punto dove sistemare la fungaia: va bene il giardino, ma anche il balcone, la cantina, il sottoscala, l’importante è che la temperatura si aggiri intorno ai 20 gradi, che il luogo non sia soleggiato e che ci sia umidità.

2. Prendete una cassetta di legno e mettete dentro il substrato apposito per i funghi, che potete comprare in tutti i negozi che vendono sementi o cose utili per il giardinaggio. Riempite i 3/4 della cassetta e annaffiate.

3. Dopo 15 giorni, interrate i miceli a una profondità di 5 centimetri, distanziandoli per bene e annaffiando con cura. Potete scegliere le tipologie di funghi da piantare: chiedete al rivenditore.

4. Dopo due settimane, appariranno i nuovi miceli, che dovranno essere coperti con il terriccio. Innaffiate.

5. Dopo altri 15 giorni compariranno i primi funghi, che andranno sempre innaffiati: il terreno deve rimanere umido.

6. Quando i funghi sono pronti, potrete mangiarli.

Sappiate che esistono anche kit per coltivare funghi a casa: