Come guadagnare con Airbnb

 

Conosciamo come funziona Airbnb e sappiamo perfettamente quanto possa convenire soggiornare in qualsiasi città del mondo spendendo spesso molto meno di quanto sia possibile attraverso altri sistemi e anche entrando in contatto con abitanti del posto. Airbnb è però un’ottima opportunità di guadagno anche per i proprietari di casa che possono guadagnare affittando il proprio appartamento o stanza.

Chiunque può decidere di affittare un secondo appartamento di proprietà, la propria casa che lascia per un periodo di tempo o anche una sola stanza di casa propria. Per molti questa è diventata una ottima fonte di guadagno, per altri un modo per arrotondare lo stipendio, comunque sia si può affittare facilmente un appartamento sfruttando l’enorme bacino di utenza (mondiale) di Airbnb e senza dover quindi spendere soldi per sistemi di pubblicità individuali.

Affittare il proprio appartamento non è difficile, ma meglio guardare insieme tutti i passaggi, compreso il “prima di iniziare” fondamentale per non avere guai con permessi e tasse.

1- Prima di iniziare ad affittare casa su Airbnb

Informarsi su permessi e tasse

Prima di iniziare ogni attività su Airbnb meglio che vi informare su necessità di permessi e licenze presso il vostro comune. Potreste avere necessità di far pagare al vostro ospite, ad esempio, una tassa di soggiorno oppure potreste necessitare di un permesso specifico per l’attività di affitto.

Potreste decidere di subaffittare una stanza della vostra casa in affitto per rientrare delle spese. Attenzione! Il vostro contratto potrebbe non prevedere una clausola di subaffitto.

In questo caso dovrete richiedere l’aggiunta al proprietario e in caso di risposta negativa, desistere dal vostro intento.

Sicurezza

Ricordate, se affittate una stanza o l’intera casa in cui abitate, che state ospitando degli perfetti sconosciuti. Anche se Airbnb prevede assicurazioni a copertura anche dell’Host è sempre meglio documentarsi per una assicurazione privata aggiuntiva.

Inoltre dovete garantire la sicurezza dei vostri ospiti garantendo interventi di manutenzione periodici.

Considerare il tempo che impiegherete nell’attività

Non procedete con l’attività di affitto su Aibnb senza considerare che questa vi richiederà tempo. Ogni giorno dovrete consultare, più di una volta, il vostro profilo, rispondere più velocemente possibile alle domande dei potenziali affittuari, aggiornare il profilo.

Se non avete abbastanza tempo potete richiedere un aiuto e, per le attività più grandi (più appartamenti o stanze), potete anche usufruire di un servizio di assistenza.

Garantire la pulizia dell’appartamento

Nel tempo da impiegare dovete considerare anche le pulizie da fare tra un ospite e l’altro. O lo fate voi personalmente o dovrete ricorrere a un’impresa di pulizie. In quest’ultimo caso richiedete il listino prezzi delle attività di pulizia della vostra città e controllate quanto vi serve per rientrare di questa uscita.

Essere a proprio agio con la condivisione

Se decidete di subaffittare una stanza della vostra casa, sappiate che dovrete condividere i vostri spazi con dei perfetti sconosciuti.
Ci sono persone che si trovano a loro agio con queste situazioni, anzi le cercano per conoscere nuova gente, altri invece no!
La condivisione deve mettervi a vostro agio se questo non succede, se avete dubbi evitate l’attività di subaffitto.

2- Come iniziare ad affittare su Airbnb

Affittare con Airbnb
Come affittare casa su Airbnb

Iscriversi sul sito Airbnb

L’iscrizione come host è totalmente gratuita, mentre pagherete una commissione su quanto percepirete (il 3%), basta fare richiesta iscrivendosi sull’apposita pagina.

Creare l’annuncio

Per creare il vostro profilo dovrete creare il vostro annuncio cioè una descrizione del vostro appartamento. Fate molta attenzione: molto dipende da questo annuncio che deve essere particolarmente curato e dettagliato.

Guarda cosa hanno fatto gli altri e studia sempre una formula migliore eventualmente modificando in corsa.

Inserite delle immagini di ottima qualità: non mettete foto sgranate, in ombra, con una casa non perfettamente in ordine. Dalle foto dipende molto del vostro successo di affittuari.

Stabilire il prezzo

Decidete il prezzo. Questa è una parte complicata anche perché molti fattori influiscono su di essa. Avere una casa in centro oppure no, collegata bene con i mezzi o no, e via dicendo, sono tutti elementi da valutare. Dovete poi considerare che chi prenota su Airbnb vuole risparmiare rispetto a una prenotazione in hotel e che voi, oltre il guadagno, dovete rientrare delle spese di pulizia, commissioni e tasse.

Puoi inserire delle preferenze su chi può affittare casa tua. Se non vuoi giovani diciottenni puoi selezionare una fascia d’età più alta

Il pagamento del soggiorno passa attraverso Airbnb che lo riceve in anticipo e lo rigira all’host entro 24 ore dopo l’inizio del soggiorno.

3- La gestione dell’affitto

Affittare con Airbnb
La gestione dell’affitto

Date il massimo di professionalità nel vostro servizio. Le recensioni positive garantiranno il vostro successo e vi permetteranno anche di alzare i prezzi.

Quando parlo di professionalità non parlo di certo di formalità, ma di precisione e puntualità. L’ospite deve sentirsi a casa sua non in hotel e deve confrontarsi con una persona sorridente e disponibile.

Rispondete in modo preciso e veloce alle richieste dei potenziali clienti.

Cercate di considerare sempre un incontro diretto con l’ospite il giorno del check in per la consegna delle chiavi. Anche se qualcuno opta per vie alternative, conoscere direttamente l’host, farci due chiacchiere e ricevere anche qualche informazione è assolutamente piacevole e fuori dal comune per un affittuario.

Misuratevi sempre su chi avete di fronte: non tutti adorano persone particolarmente espansive, ma ci sono molti che vogliono considerarvi un loro amico.

Siate pronti a risolvere ogni problema: una pronta risoluzione spesso è più importante del fatto che ci sia stato un disguido.

 

Alla partenza c’è chi lascia un pensierino all’affittuario, cercate comunque sempre di passare. Questo è fondamentale anche per controllare la situazione dell’appartamento e per verificare che non ci siano danni.

In caso di problemi meglio provare a risolvere tutto prima con il cliente. In caso scattate fotografie dei danni trovati.

Alla fine del soggiorno ricordatevi di scrivere una recensione sul vostro ospite: molti affittuari sono più propensi a scrivere una recensione su un appartamento utilizzato se hanno prima ricevuto una recensione positiva dall’affittuario e per voi quella recensione è indispensabile.

Allora cosa ne pensi? Potrebbe essere una possibile fonte di guadagno? Oppure hai già affittato e vuoi raccontarmi come sta andando?

di Agnese.C