Come non farsi cogliere dalle paure pre-vacanza

 

La valigia è quasi pronta, manca solo qualche dettaglio. Peccato che, nonostante siamo felici di partire, veniamo colte da alcune preoccupazione e paure che ci rovinano l’umore. Mille pensieri ansiogeni e piccole o grandi fobie che rischiano di non farci passare una bella estate. In realtà dovremmo pensare che andando in ferie ci sentiremo più rilassate e libere. Ecco quali sono le paure più comuni pre vacanza e come superarle.

Ansia per ciò che è nuovo e sconosciuto

Questa paura ci porterà a rinunciare a diverse mete bellissime, per la sensazione di correre dei pericoli per mancaza di punti di riferimento, conoscenze, come la stessa lingua per esempio. Pensate invece che non sarete da sole nel vostro viaggio e che, con la paura, rischierete di perdervi luoghi meravigliosi.

Perdita di controllo

Chi soffre di questa paura “tenderà a fare solo quello che gli darà la sensazione di non doversi affidare agli altri. Ma in questo modo, la vacanza diventa una sorta di tabella di marcia dove tutto deve accadere esattamente pevisto. Un percorso sterile privo di  rilassatezza e apertura alle novità che rendono una vacanza invece ricca e piena di sorprese. Lasciate che qualche imprevisto accada!

Paura dell’aereo

Chi soffre di questa paura spesso non lo riconosce, tende a non ammetterla, ma è invece importante capirla e anche affrontarla e risolverla.

Preoccupazioni per i figli

C’è chi vive nell’ansia che ai figli possa sempre accedere qualcosa di brutto durante una vacanza. I bambini percepiscono benissimo le nostre emozioni  e sentendo tutta questa ansia avranno la sensazione di essere in un posto insicuro e minaccioso, invece che sentirsi liberi di giocare e divertirsi.

10 mete low cost in Europa
Le paure pre vacanza

Costume da bagno

La vacanza rischia di essere considerata  fonte di disagio e vergogna se è al mare, per la paura di spogliarsi. Per cui, queste persone rischiano di rinunciare alle loro passioni ovvero prendere il sole, nuotare, tuffarsi, e scelgono mete diverse. Diversamente,  si presentano  sulle spiagge avvolti con parei nei modi più improbabili per coprire i punti critici, persone sedute con il fiato sospeso per non far vedere che hanno un po’ di pancetta o i tessuti rilassati.

Paura di restare fuori da internet

Si tratta di una nuova paura “generalizzata ch riguarda tutte le fasce di età. Un adolescente non verrebbe in vacanza con i genitori se non ci fosse la possibilità di essere sempre connesso. La possibilità di postare sui social che frequentano i giovani, foto, video e commenti sta divenendo per loro l’unico modo di esistere. Pertanto, perdere la connessione significa essere soli, con la conseguente sensazione di vuoto e solitudine.

Fonte: adnkronos.com

di Marianna Feo