Come offendere una persona in modo educato: gli spunti

Vi siete mai chieste come offendere una persona in modo educato? La risposta è semplice: seguendo spunti intelligenti che non vi fanno perdere lo charme

Home > Lifestyle > Come offendere una persona in modo educato: gli spunti

Diciamoci la verità, ognuno di noi desidera insultare qualcuno in maniera così sottile da sembrare quasi carina. Almeno una volta nella vita, dunque, ci troviamo a cercare di capire come offendere una persona in modo educato, e oggi vi forniamo qualche spunto intelligente.

Poi, che si tratti di una collega, di un’amica molesta o di qualsiasi persona indigesta il risultato non cambia: il vostro insulto infiocchettato sarà pronto per l’uso.

L’insulto intelligente? Quello senza parolacce

D’accordo, qualche volta scappano, ma la verità è che usare le parolacce ci fa subito passare dalla parte del torto. Ci rende grossolane, cattive e ci circonda di un’aura di maleducazione che non è il caso di portarsi addosso.

Per fare sì che l’offesa colpisca nel segno bisogna evitare di ricorrere a termini troppo scurrili e cercare di usare delle frasi pulite che facciano capire che l’offesa o il torto subito ci ha fatte arrabbiare ma non ha inficiato il nostro savoir faire.

Le urla? Sono sopravvalutate

Se desideriamo offendere qualcuno vuol dire che in qualche modo ci ha fatte alterare. Gestire una tale situazione di tensione può essere difficile, ma provate a controllare la rabbia prima di insultare e ne otterrete solo benefici.

Per offendere una persona in modo educato è fondamentale tenere dei toni bassi, quasi condiscendenti, rimanendo fermi però nel sottolineare che qualcuno ha sbagliato. E di sicuro non siete voi.

Sorridi e fai leva sulle sue debolezze

Ognuno di noi ha i suoi punti deboli, anche le persone che sembrano davvero inattaccabili. Vi è venuta voglia di prendercela con qualcuno che vi ha in qualche modo ferite, insultate o fatto del male in maniera del tutto intenzionale?

Allora ricordate che la vendetta è un piatto che va servito freddo. Questo significa che, invece di fiondarvi subito sul duello verbale, dovete studiare i punti deboli del vostro “avversario”, cercando di capire come usarli a vostro vantaggio.

Ridurre l’altro ai minimi termini

A nessuno piace essere sminuito: è persino peggio di un attacco fisico o verbale in piena regola. Proprio per questo l’atto dello sminuire è ritenuto uno dei modi migliori di offendere le persone con classe.

Se la persona che volete affrontare ama vestirsi bene, approfittate del suo ultimo acquisto per dicendo che vostra nonna ce l’ha uguale. Se si diverte con qualche tipo di gioco cogliete la palla al balzo quando ne parla e dite che conoscete gente di dodici anni che si diverte in quel modo.

Ricordatevi però di non essere pungenti mentre fate queste osservazioni: cercate di farle con leggerezza, quasi con delicatezza, come se fosse una normale conversazione, un qualsiasi momento di condivisione.

Poco è sempre meglio

Non dire parolacce, non urlare, sminuire, sì, ma mai scordare che less is more: rispondere a tono con piccole frasi lampo o con battute argute significa usare degli insulti raffinati, che fanno un grande effetto pur avendo una minuscola durata.

Non cercate, dunque, il discorso pieno di paroloni, ma puntate a colpire nel segno con poche parole, lasciando agli altri il compito di perdersi in parole.

La concentrazione è la vostra migliore amica

Vale davvero la pena cercare di insultare qualcuno, seppur in modo educato? Vi abbiamo fornito tutta una serie di spunti, ma prima di fare qualsiasi mossa ricordatevi che l’insulto intellettuale più ammirabile sta nel gesto di non abbassarsi al livello di chi ci fa perdere le staffe.

Prima di seguire questa guida concentratevi: facendo focus sulla persona che volete offendere probabilmente vi renderete conto che, in fondo, sono solo energie sprecate!