Come organizzare un matrimonio vegano

Dire sì se ami la filosofia vegan: ecco come pianificare un matrimonio da favola

 

Banchetto nuziale a tema vegano? Nessun problema. Il giorno delle nozze è il momento in cui ogni vostro sogno deve diventare realtà. Se amate lo stile green e prediligete la filosofia vegan come approccio di vita, non potete non organizzare una cerimonia di grande rilievo.
Essere vegani non significa privarsi di qualcosa, ma sta a indicare un diverso modo di intendere la vita. Certo, non tutti gli invitati potrebbero essere d’accordo, ma senza dubbio si tratterà di un’esperienza senza precedenti.
Dalla scelta della location agli abiti, dalle bomboniere agli addobbi floreali, niente deve essere lasciato al caso. Vi basterà soltanto dare libero sfogo alla vostra fantasia e non preoccuparvi troppo delle opinioni altrui: è il vostro giorno speciale.

come organizzare un matrimonio vegano_2
Sì, lo voglio!

1. Cominciate dall’abito: la green economy per il vostro stile

Niente atelier di lusso o abiti dozzinali, per il vostro matrimonio in stile vegano dovete abbracciare in pieno la dottrina, puntando a una creazione sartoriale che vi permetterà di scegliere le materie prime e i tessuti adoperati per la realizzazione dell’abito. Niente seta per le vostre scelte etiche e sostenibili, ma abiti su misura in lino grezzo e cotone naturale. Stesso discorso vale per il vostro sposo.

2. Ma quali diamanti? Le scarpe sono i migliori amici della sposa vegan

Le proposte sono tantissime: calzature dalle qualità eccezionali e dai materiali finemente scelti. Tra i brand più noti ci sono Opificio V, Eco Vegan ShoesVegetarian Shoes. Da ordinare comodamente online. I prezzi? Niente di così proibitivo.

3. Le bomboniere eco solidali: no alle spese inutili

Carta artigianale, legno, fibre naturali: ecco alcune delle possibilità che potete vagliare per la scelta delle bomboniere del vostro matrimonio. Niente porcellana, evitate le spese inutili e provate a fare una donazione a una Onlus. Per avere qualche idea  vi basterà dare un’occhiata alle pagine Facebook delle diverse associazioni.

4. Il menù vegan friendly: la bontà in una scelta alimentare

Grande attenzione viene dedicata al menù della cerimonia: è forse questo il “piatto forte” da decidere. Lasciate da parte le esigenze dei vostri invitati che per una giornata rinunceranno alla carne e potranno trovare portate gustosissime in versione eco-friendly.

come organizzare un matrimonio vegano_1
Matrimonio eco e vegan

5. La scelta della location: una spiaggia tutta per voi

Lo dicevamo prima, organizzare un matrimonio vegano è un’esperienza incredibile, ma allo stesso tempo molto complicata. Si tratta di un mercato di nicchia, in cui la maggior parte delle proposte sono selezionate e necessitano di un’accurata attenzione. Così come la scelta della location.

Molti preferiscono rivolgersi a un agriturismo o fattoria didattica che può ricreare un clima familiare e avere prodotti tipicamente naturali. Ma l’alternativa più romantica e suggestiva è sicuramente una spiaggia.

6. Gli anelli? Preferite lo stile vintage

Chi adotta uno stile di vita vegano, molto spesso non ama eccedere. Per questo anche la scelta delle fedi nuziali non può che ricadere su anelli in stile vintage, pezzi da collezionare o da ritrovare in mercatini dell’usato dall’eccezionale assortimento. Inoltre, non dimenticate che c’è sempre il web a offrire il miglior assortimento con Etsy.

7. La torta nuziale: il fiore all’occhiello

Amate le crostate di frutta? Per i vegani tutto ciò che è stato fatto con latte e uova non è ammesso nella dieta alimentare, ragion per cui anche i dolci ne devono essere privi. Nessuna paura: ci sono tantissime possibilità, anche al cioccolato per i più golosi.