Come richiedere l’assegno mensile per diabetici con la legge 104

Il diabete è una malattia terribile perché è subdola e impone al malato un notevole cambiamento dello stile di vita. Chi ne soffre deve fare i conti con la malattia e spesso, fa fatica a mantenere il posto di lavoro. E, in Italia, ci sono quasi 4 milioni di persone che soffrono di diabete. E il loro numero è in costante crescita, tanto che si stima che nel 2027 lo stato italiano dovrà gestire circa 5 milioni di diabetici.


Ma cos’è il diabete? Si tratta di una patologia cronica provocata da un malfunzionamento del pancreas che non riesce a produrre la giusta quantità di insulina. In questo modo il glucosio si accumula nel sangue mettendo a rischio la vita del paziente. Per convivere con il diabete bisogna tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue e farsi somministrare l’insulina: un’operazione veloce ma che deve essere ripetuta spesso. Per questo quasi tutti i pazienti diabetici spesso si somministrano da soli l’insulina e, per fare questo in sicurezza hanno bisogno di uno spazio adeguato (anche sul posto di lavoro). La legge prevede alcuni diritti per i malati di diabete (cambiano a seconda della gravità della malattia) e noi ve li elenchiamo qui sotto:

Agevolazioni fiscali per chi soffre di diabete

1 Il paziente e le persone che l’hanno fiscalmente a carico un malato di diabete hanno il diritto a una detrazione fiscale del 19% sulle spese di acquisto e di adattamento di un’auto. Questa agevolazione vale solo per i pazienti che sono in possesso di una patente speciale e che riescono a guidare solo una vettura adattata alle loro condizioni. Le stesse agevolazioni valgono per chi assiste un diabetico gravemente limitato nei movimenti o non vedente.

2 Per gli stessi pazienti e i loro assistenti o per chi li ha fiscalmente a carico (menzionati al punto precedente) c’è anche la possibilità di beneficiare dell’Iva agevolata al 4% sull’acquisto di una macchina e, in alcune regioni, l’esenzione permanente dal bollo. Dovete sapere anche che chi soffre di diabete può rifiutarsi di fare l’alcol test se è in possesso di una certificazione firmata da uno specialista in pneumologia. Ovviamente questo non significa che bisogna bere quando sì è alla guida!

3 Sarebbe da dire che in teoria le stesse 2 agevolazioni (detrazione del 19% e Iva agevolata al 4%) andrebbero riconosciute di diritto ai diabetici considerati disabili (parliamo di un grado di invalidità davvero alto) anche per l’acquisto di strumenti tecnologici come tv via satellite o accesso alla banda larga e personal computer. Ma il paziente deve avere un grado di invalidità davvero alto.

4 I diabetici gravemente disabili hanno diritto a un piccolo sconto fiscale per le spese di assistenza non professionale (badante).

5 Pensione anticipata per chi soffre di diabete solo se ha i requisiti di contribuzione e una percentuale di invalidità molto elevata.

Ma come si stabilisce il grado di invalidità? Per capire meglio a quale categoria appartiene un diabetico, ecco le Tabelle di invalidità

Invalidità dal 41% al 50%: diabete mellito di tipo 1 o 2 con complicanze micro-macroangiopatiche e varie manifestazioni cliniche di medio grado.

Invalidità dal 51% al 60%: diabete mellito insulino-dipendente con mediocre controllo metabolico e iperlipidemia o con crisi ipoglicemiche frequenti nonostante la terapia.

Invalidità dal 91% al 100%: diabete mellito complicato da grave nefropatia e/o retinopatia proliferante, maculopatia, emorragie vitreali e/o arteriopatia ostruttiva.

I diritti dei malati di diabete a seconda della percentuali di invalidità

Invalidità superiore al 46% – il diritto di essere inseriti nelle categorie protette. (sono in dubbio, però, i diabetici con un grado di invalidità dal 41% al 50%).

Invalidità tra il 91% ed il 100% – l’assegno di inabilità. Per averne diritto bisogna aver versato almeno 5 anni di contributi, di cui 3 anni nell’ultimo quinquennio. Per i soli dipendenti pubblici c’è la pensione per inabilità alle mansioni o a proficuo lavoro

Per tutti i diabetici – esenzione dal ticket sanitario per patologia, dopo avere accertato la patologia in una struttura pubblica.

Invalidità dal 74% in su, si può ricevere un assegno calcolato in base al reddito e poi ci sono le agevolazioni della Legge 104/92 (assegni, permessi o altri vantaggi per l’assistenza ai diabetici).

Invalidità al 100% – la pensione e i parenti del diabetico hanno diritto ad ore di permesso sul lavoro per poterlo assistere.

Fonte: laleggepertutti.it