Come rottamare i vecchi smartphone

 

La tecnologia si aggiorna di continuo: il telefonino che abbiamo comprato oggi diventerà obsoleto tra pochissimo tempo. C’è chi se ne fa una ragione e continua a tenersi quello che ha acquistato finché funziona e chi, invece, ama cambiare continuamente il proprio telefonino, per avere la versione più aggiornata e più innovativa. Cosa fare dei vecchi telefonini che non usiamo? Finiscono tutti in un cassetto e ci dimentichiamo anche della loro esistenza. Ma lo sapete che è possibile rottamarli in maniera completamente gratuita?

smartphone on beach.
Come rottamare il vecchio smartphone

Smartphone, tablet e apparecchi elettronici di piccole dimensioni, che sono vecchi e obsoleti, possono essere smaltiti gratuitamente, come stabilito dal decreto 121 del ministero dell’Ambiente pubblicato il 7 luglio sulla Gazzetta Ufficiale. Lo possiamo fare in tutti i negozi di elettronica di almeno 400 metri quadri di superficie: i punti vendita dovranno allestire un punto di raccolta dedicato ai dispositivi da rottamare.

Ognuno di noi, dunque, può depositare gratuitamente i propri dispositivi elettronici che non si usano più, senza dover per forza acquistare un nuovo modello (cosa che abbiamo dovuto fare fino a oggi per liberarci dei vecchi dispositivi) o senza per forza doversi recare in discarica per smaltire questo tipo particolare di rifiuti.

Dovremo però aspettare il 22 luglio, quando l’iniziativa entrerà in vigore ufficialmente. I dispositivi che possono essere lasciati devono avere una tensione uguale o inferiore a 1000 volt se a corrente alternata o 1500 se continua e lunghezza uguale o inferiore a 25 centimetri.

Lo sapevate che si possono estrarre tanti materiali dai vecchi telefonini?

di Redazione