Come sbiancare i tuoi abiti con metodi naturali

Invece che usare tanto detersivo, seguiamo questi suggerimenti

 

Quante volte vi sarà capitato di fare una lavatrice e ritrovarvi il bucato con lo stesso bianco di prima (un pò ingiallito o ingrigito).  Per migliorare i risultati, è assolutamente necessario dividere i bianchi da tutto il resto del bucato, ed effettuare un’ordinaria pulizia della lavatrice – da muffe e calcare, che  possono contribuire all’opacità dei capi bianchi.

Se i capi sono molto macchiati, occorre fare trattamento preventivo e il prelavaggio oppure  si può procedere infilando il bucato in lavatrice, ma senza riempire il cestello. In questo modo il lavaggio sarà molto più efficace se la lavatrice è riempita solo per metà.

Rosa e bianco
Sbiancare un capo

In base alla resistenza dei capi, scegliete un programma di lavaggio dai 60° in su – 90° solo se lo sporco è resistente.  Non esagerate invece con le dosi di detersivo e di ammorbidente, perché non è assolutamente necessario. Provate ad aggiungere alcuni elementi naturali ad essi.

L’aceto di vino bianco per esempio oltre a fungere da ammorbidente agisce come smacchiatore, ed è ottimo per un ammollo pre-trattamento.  Un cucchiaio di bicarbonato di sodio aggiunto al detersivo migliora invece le prestazioni del detergente oltre a disinfettare, Inoltre,  mantiene le fibre bianche più a lungo.

Se volete trattare a mano un capo particolarmente delicato, immergetelo in una bacinella d’acqua in cui avrete disciolto il succo di due limoni e una manciata di sale grosso. Non utilizzare la candeggina perché tende ad ingiallire le fibre.

Fonte: stile.it