Come sopravvivere a un viaggio on the road con i bambini

Consigli utili da seguire sempre.

Viaggi on the road con i bambini: c’è chi li adora e chi li evita come la peste. Sappiamo quanto i bambini possano essere fonte di preoccupazione per mamma e papà, soprattutto quando si è lontani da casa, via dalla solita routine, immersi in una vacanza che, senza le dovute accortezze, si può rivelare un incubo. I viaggi on the road permettono di visitare tante cose e di avere i propri tempi e i propri ritmi, ma dobbiamo sempre pensare che con noi ci sono dei bambini, considerare la loro età, tenere a mente quali sono i loro gusti e le loro esigenze. Ecco perché Yescapa, la piattaforma di camper-sharing tra privati, ci dà utili consigli per sopravvivere a un viaggio on the road con i bambini.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

1. Pianificare il percorso prima di partire. L’improvvisazione non è contemplata, quello che invece serve, a volte, è spirito di adattamento e versatilità se i piani non vanno come desiderato. La rotta di massima, però, deve essere tracciata, per considerare le tappe, non far fare troppi chilometri ogni giorno ai bambini. Potete anche farvi aiutare da loro: possono scegliere cosa vedere, dove andare, dove fermarsi ad ormire insieme a voi.

2. La sicurezza prima di tutto. Il seggiolino deve essere sempre allacciato così come la cintura di sicurezza, secondo la normativa vigente. Occhio alle regole di altri paesi del mondo. In albergo o dove dormite sì al lettino con sponde e paracolpi per evitare incidenti.

3. Organizzate bene le veligie. Se viaggiate in camper, potrete organizzarvi come a casa. Decisamente una scelta comoda quando si viaggia con i bambini. Altrimenti fate una piccola valigia che ogni componente della famiglia dovrà mantenere in ordine e curare. Sì, anche i più piccoli, così tutti si responsabilizzano; ma in questo caso, dateci un occhio!

4. Fate delle soste in aree attrezzate, così da potervi godere magari un po’ di relax e far sgranchire le gambe a tutta la famiglia.

5. Cercate di intrattenerli e distrarli in qualche modo. Giochi, libri, colori e quaderni, ma anche tablet, canzoni da cantare, storie da raccontare!