Come superare la prova costume? Gli italiani chiedono interventi chirurgici

Cosa emerge da una recente ricerca?

La prova costume si avvicina e molti italiani dovranno fare i conti con la pigrizia di non essere andati in palestra e con un’alimentazione che non ha permesso di perdere i chili di tropo, anzi, ce li ha fatti accumulare. Tutti noi cerchiamo un modo per poter risolvere la situazione, ma lo sapevate che sono moltissimi gli italiani che ricorrebbero anche a operazioni chirurgiche e interventi per poter superare brillantemente la prova costume? MioDottore, piattaforma leader al mondo specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner, ha analizzato i suoi dati e coinvolto il Dottor Vincenzo Galante, medico estetico e chirurgo plastico di Roma, per carpire il fenomeno.


MioDottore ha analizzato il numero di ricerche degli utenti italiani sulla piattaforma. Il viso pare essere il problema di molti italiani, ben l’84%, che sognano la bleferoplastica (da sola rappresenta il 64%) e rinoplastica (12%), seguite dalla cheiloplastica.

Per quello che riguarda, invece, i trattamenti di medicina estetica più richiesti, al primo posto troviamo il dimagrimento, con al primo posto trattamenti mesoterapici (37%) e al terzo la carbossiterapia (14,5%). Diversamente, guadagnano la seconda posizione i trattamenti di acido ialuronico (19%), che a livello estetico viene impiegato per la correzione di rughe o per ritoccare la pelle che ha perso in elasticità.

Il Dottor Galante sottolinea che è in crescita ilnumero di pazienti che vuole sottoporsi a interventi di chirurgia estetica. La maggior parte è di sesso femminile, ma anche gli uomini stanno diventando sempre più attenti all’aspetto fisico. I pazienti hanno un’età che va dai 18 anni, età minima legale per interventi di questo tipo, per salire, anche molto.

Ovviamente nessun intervento si deve fare alla leggera. ”È fondamentale che il paziente comprenda che l’intervento è l’inizio di un percorso da fare con il chirurgo, che per qualunque necessità si renderà sempre disponibile ad aiutarlo e tranquillizzarlo.”

L’esperto suggerisce che proprio prima dell’estate aumentano le richieste, sia per operazioni poco invasive, sia per quelle più complicate. ”Le motivazioni che portano un paziente a desiderare un intervento di chirurgia estetica sono le più disparate – da chi convive con il proprio corpo con disagio, a chi vuole ostentare forme ottimali e a volte addirittura eccessive. Il ruolo del bravo chirurgo è quello di rendere il paziente consapevole dell’intervento che si sta per affrontare e di far capire che non è importante diventare come qualsivoglia personaggio famoso, ma semplicemente sentirsi in armonia con se stessi”.