Cosa fare in caso di terremoto

 

Come dobbiamo comportarci in caso di terremoto? Il nostro territorio è esposto al rischio sismico: sono tantissime le zone dell’Italia che spesso sono colpite da terremoti di lieve o grande entità. Negli ultimi 1000 anni, circa 3mila terremoti hanno provocato danni più o meno gravi e 300 di questi hanno avuto effetti distruttivi. Uno ogni 10 anni ha avuto effetti catastrofici, con terremoti paragonabili a queli de L’Aquila del 2009. Per questo è bene essere preparati. La Protezione Civile Italiana ci dà i suoi suggerimenti per sapere come comportarsi in caso di terremoto.

Cosa fare durante un terremoto
Cosa fare durante un terremoto

Cosa fare durante un terremoto

– Se vi trovate in un luogo chiuso, dovete mettervi sotto una trave, una colonna portante della casa, nel vano di una porta o vicino a una parete portante.

– Copritevi la testa per evitare di rimanere feriti da cose che potrebbero cadervi.

– Le scale sono rischiose: sono una delle parti degli edifici più a rischio di danneggiamento.

– Non usate l’ascensore durante un terremoto: potreste rimanere bloccati al suo interno.

– Attenzione alle possibili conseguenze di un terremoto: crollo di ponti, frane, perdite di gas…

– Se siete all’aperto state alla larga da edifici, alberi, lampioni, linee elettriche, balconi dai quali potrebbero cadervi in testa oggetti.

– Agite sempre con calma, non fatevi prendere dal panico.

Cosa fare dopo un terremoto

– Per prima cosa assicuratevi dello stato di salute delle persone che sono con voi: se necessario prestate i primi soccorsi.

– Uscite dagli edifici indossando sempre delle scarpe, perché potreste ferirvi camminando per strada: uscite con prudenza e cautela.

– Se siete in una zona a rischio maremoto, allontanatevi subito dalla spiaggia e dal mare, per raggiungere un posto più elevato.

– Recatevi nelle aree di attesa previste dal Piano di Protezione Civile del Comune dove ti trovi.

– Limitate l’uso del telefonino.

– Limitate l’uso dell’auto per non essere d’ostacolo ai mezzi di soccorso.

Terremoto in Giappone
Terremoto in Giappone

Cosa fare prima di un terremoto

– Rendete sicure le vostre case: informatevi quando e come è stata costruita, su quale terreno, con quali materiali, se rispetta o meno le norme sismiche, rivolgendovi a un tecnico o all’ufficio tecnico del comune.

– Per rendere più sicure le case, a volte basta solo rinforzare i muri portanti o migliorare i collegamenti tra pareti e solai.

– Fissate sempre alla parete scaffali, mobili alti, librerie.

– Appendete quadri e specchi con ganci chiusi che impediscano a questi oggetti di cadere dalla parete.

– Non posizionate mobili pesanti vicino a letti o divani.

– Posizionate gli oggetti pesanti sui ripiani bassi.

– In cucina usate dei fermi per gli sportelli, così in caso di terremoto non cadranno piatti e bicchieri.

– Dovete essere sempre a conoscenza di dove si trovano i rubinetti di gas, acqua e l’interruttore della luce per chiuderli.

– Preparatevi sulle zone della casa sicure dove ripararvi in caso di terremoto.

– Tenete a portata di mano una cassetta di pronto soccorso, una torcia elettrica, una radio a pile e fate in modo che tutti gli occupanti sappiano dove sono.

– Informatevi sul Piano di Protezione Civile del tuo Comune e se non c’è richiedi che sia predisposto.

di Redazione