Cosa si nasconde dentro a un hamburger

Cosa c'è veramente dentro ai tanto amati hamburger?

Ieri, 18 settembre, era la giornata del cheeseburger, la versione più consumata del panino più famoso del mondo. Ecco chi lo mangia, cosa si mangia, e quante calorie ha (spoiler alert: tante). Una cosa è certa: l’hamburger non tramonterà mai!


Non è certo una novità! Il panino risale al 1826, quando Delmonico’s lo introdusse nel suo ristorante a New York.
Una ricerca di Just Eat, l’app per ordinare a domicilio, racconta che l’hamburger è proprio la pietanza più ordinata di sempre, soprattutto la domenica, e che i maggiori consumatori di hamburger sono gli uomini.

Ma cosa c’è dentro?

Un’indagine di Altroconsumo sostiene che la carne presente in un hamburger varia dal 65% al 95%, e che la restante parte è acqua, pangrattato, farina di soia, additivi e aromi. Nella maggior parte degli hamburger surgelati o confezionati vengono utilizzati ingredienti meno sani, inoltre sono stati trovati nitriti, additivi che servono per mascherarne il deterioramento.

Salmonella oppure Escherichia coli: sono i batteri patogeni che possono essere contenuti in un hamburger ottenuto con carne di diversi animali o tagli. L’unico modo per neutralizzarli è cuocerli e non mangiare mai un hamburger al sangue!

Con che carne è fatto l’hamburger di Mc Donald’s?

Nel suo sito McDonald’s specifica di affidarsi a produttori italiani. “Gli hamburger sono al 100% di origine bovina, proveniente da 15.000 allevamenti nazionali”. I giornalisti de Il Fatto Alimentare hanno spesso sottolineato come l’hamburger sia preparato con diversi tagli di carne. Quindi preparatevelo voi a casa, otterrete un pranzo più sano e controllato!

Valori nutrizionali

1069 calorie, 13 grammi di proteine, 8,8 di grassi, 1,3 di sale, 2 di fibre: ecco cosa c’è nel più piccolo degli hamburger di Mc Donald’s (dal sito di Mc Donald’s).