Cosa si nasconde dentro a un hamburger

Cosa c'è veramente dentro ai tanto amati hamburger?

Ieri, 18 settembre, era la giornata del cheeseburger, amatissima variante del panino più famoso del mondo. Ecco chi lo mangia (da un recente sondaggio), cosa si mangia (il tipo di carne conta), e quante calorie ha (spoiler alert: tante). Una cosa è certa: l’hamburger non tramonterà mai!


Non è certo una novità: una delle versioni della sua nascita lo fa risalire al panino con carne trita che veniva servito sulle navi dei migranti in viaggio per l’America! In ogni caso, il primo ristorante a servire un hamburger, fu a New York, quando Delmonico’s lo introdusse nel 1826.

ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

Una ricerca di Just Eat, l’app per ordinare online pranzo e cena a domicilio in tutta Italia e nel mondo, racconta che l’hamburger è proprio la pietanza più ordinata di sempre, soprattutto la domenica, e che i maggiori mangiatori di hamburger italiani sono senza dubbio gli uomini, con una fascia di età tra i 26 e i 35 anni.

Ma cosa c’è dentro?

Un’indagine di Altroconsumo sostiene che la percentuale di carne in un hamburger varia dal 65% al 95%, e che la parte restante può essere composta da «preparazioni di carne», che è una denominazione usata in etichetta che rivela che per quell’hamburger sono stati usati anche ingredienti come acqua, pangrattato, e talvolta anche farina di soia, additivi e aromi. La stessa indagine conferma che in termini di qualità oltre che di sapore, i freschi sono i migliori. Nella maggior parte degli hamburger surgelati o confezionati spesso vengono utilizzati ingredienti meno pregiati, inoltre sono stati trovati nitriti, additivi che servono per stabilizzare il colore della carne (e mascherarne il deterioramento).

Salmonella oppure Escherichia coli: sono i batteri patogeni che possono essere contenuti in un hamburger ottenuto con carne macinata proveniente da diversi tagli o diversi animali. L’unico modo per neutralizzarli è cuocerli completamente e non mangiare mai un hamburger al sangue!

Con che carne è fatto l’hamburger di Mc Donald’s?

Nel suo sito McDonald’s specifica di affidarsi a produttori italiani. “Gli hamburger sono al 100% di origine bovina, proveniente da 15.000 allevamenti nazionali”. I giornalisti de Il Fatto Alimentare hanno spesso sottolineato come l’hamburger sia preparato con diversi tagli di carne (anche quelli di vacca, meno pregiati). Quindi preparatevelo voi a casa, otterrete un pranzo più sano e controllato!

Valori nutrizionali

1069 calorie, 13 grammi di proteine, 8,8 di grassi, 1,3 di sale, 2 di fibre: ecco cosa c’è nel più piccolo degli hamburger di Mc Donald’s (dal sito di Mc Donald’s).