Cos’è Momo Game, il gioco che mette a rischio la vita dei ragazzi

Cos'è Momo Game, il gioco che mette a rischio la vita dei ragazzi

Ne abbiamo già parlato… ci sono alcuni giochi pericolosi che girano nella rete e che fanno numerose vittime tra gli adolescenti. In passato c’era il Blue Whale, il gioco che spingeva gli adolescenti prima ad auto-lesionarsi e poi ad arrivare a suicidarsi.

(video di Gianmarco Zagato)

(video di Gianmarco Zagato)

Adesso un nuovo pericolo arriva da Whatsapp: si chiama Momo ed è davvero inquietante. Momo non è altro che un contatto Whatsapp  che, una volta aggiunto sul proprio dispositivo manderebbe immagini di persone morte o maledizioni, spingendo addirittura al suicidio. C’è chi l’ha aggiunto per curiosità, che ha trovato dei messaggi da lui senza averlo contattato (o, almeno, così raccontano)… chi parla di un orario maledetto in cui Momo contatta le sue vittime designate… Di fatto ci sono molte dicerie in giro. Noi abbiamo provato ad indagare e abbiamo scoperto alcune cose. Il numero di Momo, il primo, quello che possiamo definire “originale è un numero con prefisso giapponese. Ce ne sono altri ma questo è il primo. La foto di Momo, che è molto inquietante, non è altro che una statua di un artista giapponese, Midori Hayashi,. I video che gli utenti sostengono di aver ricevuto da Momo e in cui si può vedere un viso che assomiglia molto alla statua, sono probabilmente modificati o si tratta di maschere fatte a regola d’arte.


Purtroppo, in argentina, sembra che c’è stato un caso di un suicidio per colpa di Momo.

Quello che è sicuro è che si tratta di stupide sfide che spesso diventano virali e che, purtroppo, sono molo pericolose.

Raccomandiamo, dunque, ai genitori di fare molta attenzione ai cellulari dei loro figli adolescenti e di parlare con loro dei pericoli potenziali che si nascondono nella rete.