Dark on the road, il bar itinerante al buio per sensibilizzare la gente verso la cecità

Come funziona il bar a quattroruote tutto al buio Dark on the road?

 

La  Cooperativa Sociale IRIFOR del Trentino Onlus ha lanciato un’interessante iniziativa per sensibilizzare le persone nei confronti di chi soffre di cecità o è ipovedente. Il suo nome è Dark on the road ed è un bar a quattroruote tutto al buio: il suo scopo è quello di far capire a tutti quali siano le difficoltà di tutti i giorni di una persona che non può vedere. Su Dark on the road possono salire fino a 36 persone. L’interno è totalmente buio e gli ospiti devono per forza farsi guidare da camerieri ipovedenti e ciechi per poter degustare cibi e bevande tipici della tradizione culinaria nostrana, con particolare riferimento a quella del Trentino.

Il bus al buio di Dark on the road
Il bus al buio di Dark on the road

E’ un modo per far scoprire a chi vede quali siano le difficoltà degli ipovedenti, ma è anche un sistema per ricordarci che oltre alla vista abbiamo anche altri sensi.

Laura Boldrini ha provato l’esperienza di Dark on the road e ha spiegato: “E’ una esperienza che tutti dovrebbero fare perché ci fa capire quale è la condizione in cui si vive la cecità. Cosa voglia dire non vedere”.

Foto: Facebook