Dipendente minaccia donna che allatta in pubblico

Ma dove andremo a finire?

Le mamme che allattano dovrebbero essere tranquille di poter dar da mangiare ai propri neonati ogni volta che è necessario. Eppure spesso quando lo fanno in pubblico, anche quando escogitano sistemi per nascondere il loro seno, vengono criticate, vengono additate, soprattutto quando questo avviene in un ristorante. Come è successo a una mamma dell’Alabama.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Questa mamma si trovava in un ristorante con il suo neonato. Gli stava dando il latte dal suo seno, quando un operatore del ristorante si è avvicinato a lei per dirle che il suo allattamento al seno era offensivo e quindi ha coperto la testa del piccolo con uno straccio. La mamma ha raccontato ai giornalisti che per allattare il piccolo ha usato il metodo delle due magliette: si mette una canottiera sotto una maglietta per evitare che il seno sia in bella vista. Nonostante tutti i suoi sforzi, la mamma è stata umiliata. Una dipendente, questa volta della Carolina del Sud, ha minacciato di dare un pugno a madre che allattava. Carly Clark, che ha lavorato come manager a Petsense, ha pubblicato una farsa sui social media che le è costata il licenziamento.

“Non sono dispiaciuto, la prossima donna che cerca di mostrare il suo seno per allattare davanti ai miei figli otterrà un occhio nero”.

Molte persone hanno risposto al suo post, offendendosi per i commenti violenti. C’è chi ha difeso tutte le mamme che allattano i loro bambini in pubblico, anche perché è un gesto naturale e non c’è nulla di offensivo o di traumatico nel vedere una mamma che dà da mangiare a suo figlio.

L’azienda, dal canto suo, ha risposto:

“Petsense richiede i più alti standard di comportamento etico e personale dei nostri dipendenti.

Non tollereremmo assolutamente la violenza come è stata recentemente pubblicata da un’ex dipendente di Petsense. Queste sono le sue opinioni individuali e non riflettono le opinioni di Petsense o dei suoi dipendenti”.