Dipendenza da smartphone: scopri se soffri della sindrome da vibrazione fantasma

Pare che siano in molti a soffrirne!

Home > Lifestyle > Dipendenza da smartphone: scopri se soffri della sindrome da vibrazione fantasma

 

Quanti tengono il telefonino sempre in tasca, per non perdersi nemmeno un avviso di chiamata e un messaggio… E quanti talvolta avvertono una vibrazione in tasca e, una volta preso lo smartphone, si accorgono che, in realtà, non ha vibrato perché non c’è nessuna telefonata in ingresso e nessun messaggino da leggere? Sappiate che a soffrire di quella che è una vera e propria sindrome sono 9 persone su 10: se anche voi soffrite della cosiddetta Sindrome della Vibrazione Fantasma, ecco i segnali per riconoscerla e cosa fare per “guarire”.

Cos’è la Sindrome della Vibrazione Fantasma

Uno studio del Georgia Institute of Technology, pubblicato sulla rivista Computers in Human Behaviour, ha svelato cos’è la Sindrome della Vibrazione Fantasma: sentiamo vibrare il telefonino in tasca o nella borsa, ma in realtà non sta assolutamente vibrando. E’ un fenomeno che colpisce soprattutto chi tiene sempre il telefonino in tasca: lo smartphone diventa parte integrante del corpo.

Robert Rosenberger, autore dello studio, spiega:

Si percepiscono e scambiano come vibrazioni del cellulare quelli che in realtà sono i piccoli e frequenti spasmi muscolari. E’ sorprendente quante persone ne soffrano. Un recente studio condotto tra studenti universitari ha segnalato che il 90% di loro dice di provare queste vibrazioni fantasma, anche se la cosa non sembra irritarli“.

Secondo i ricercatori la sindrome è provocata dal fatto che il cellulare sta cambiando il nostro cervello e ci sta rendendo più ansiosi. Cosa fare per curare la sindrome? Smettete di portare lo smartphone in tasca e qualche volta lasciatelo a casa!