Donna muore durante il parto… Il padre allora gli sussurra due parole in un orecchio e impallidisce

Doug e Melanie Pritchard, sono una coppia di giovani che aspettano ansiosi la nascita del loro secondo figlio. Si aspettavano un parto facile, dato che durante la gestazione era andato tutto a meraviglia. Ma una volta in ospedale, tutto è cambiato. Melanie disse da subito ai medici che non si sentiva affatto bene, sentiva che c’era qualcosa di sbagliato perché le girava la testa e aveva nausee.


I medici hanno cercato di capire cosa non andava ma non trovarono nulla. Dopodichè tutto successe in rapida sequenza e la salute della donna precipitò rapidamente, e i monitor e le macchine cominciarono a suonare freneticamente. Melanie stava morendo, il suo cuore si era fermato.

La giovane mamma, aveva subito un embolia di liquido amniotico, che si può definire una cosa molto rara in un parto, tant’è che succede una volta ogni 90.000 parti.  Si ritiene che sia causata dal liquido amniotico che entrano in contatto con le cellule del sangue della mamma e la circolazione.

Il liquido amniotico, contiene delle particelle che, entrando in contatto con il sangue della madre, provocano una reazione veloce ed improvvisa. Melanie ha ricevuto delle cure d’emergenza e il suo bambino è nato con successo tramite cesareo. Ma Melanie non ce l’ha fatta.

E’ stata dichiarata morta, ed i membri della famiglia arrivarono per dare l’ultimo saluto alla donna. Ma 24 ore dopop succede qualcosa che sconvolge tutti. “Mia moglie era clinicamente morta quando è nata mia figlia. Il mio primo pensiero è stato che stavo per diventare vedovo”disse il marito Daug. I medici, dissero all’uomo di salutare la moglie, lui si chinò e le disse queste parole:

“Se hai ancora la forza di lottare, inizia a combattere!”. E sembra che quelle pochissime parole abbiano dato una scossa alla donna. Dopo 24 lunghissime ore, Melanie riprese conoscienza e apri gli occhi. Il marito le mostrò una foto della loro bambina, e difficilmente possiamo immaginare la gioia che i due hanno provato in quei momenti. Poche ore dopo la donna cominciò a respirare da sola e i medici dopo una settimana la poterono dimettere senza alcuna cura e farmaci.

“Il suo recupero è stato un miracolo. Il fatto che lei è viva è un miracolo “ le parole del marito che non riusciva a trattenere le lacrime…