Dopo la morte del marito, donna lascia un messaggio allo spazzino

Ecco cosa c'era scritto

Quando perdi una persona cara, sono tante le emozioni che provi. Il dolore è sempre accanto a te e anche le cose più semplici sembrano perdere di importanza e diventare completamente diverse senza la persona che magari ci aveva fatto compagnia fino al giorno prima. Sono però le piccole cose che facciamo per gli altri a permetterci di andare avanti.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Lo sa bene Velvet Poveromo, che ha perso troppo presto il suo marito Charlie, passato a miglior vita dopo un infarto che lo ha colpito al lavoro e non gli ha dato alcuno scampo.

Prima di morire Charlie aveva iniziato una tradizione: lasciare fuori qualcosa di fresco per i netturbini locali, dopo aver notato quanto fossero accaldati durante il lavoro nella stagione estiva.

“Charlie arrivò di corsa in cucina, prese un mucchio di bicchieri di plastica e la grande brocca di acqua e si assicurò che tutti ottenessero quanto desideravano”, ha ricordato Velvet su Facebook.

Charlie si rese conto di quanto fossero felici gli operai con la sua generosa offerta e decise di rendere l’esperienza ancora migliore. Ha allestito un grande frigo con bottiglie di acqua per poter dar da bere acqua fresca ai lavoratori mentre lavoravano sotto il sole.

Con il passaparola, presto non arrivarono solo gli spazzini della zona, ma anche poliziotti, vigili del fuoco, muratori e altri lavoratori, che si fermavano per una pausa sotto il nostro grande albero per assaporare un’ottima bottiglietta di acqua fredda.

Quando Charlie è morto, erano tanti i pensieri che occupavano la mente di Velvet. Ma quando le temperature cominciarono a salire, la donna si ricordò del marito e di quello che faceva per gli altri.

Velvet sapeva che doveva portare avanti la sua eredità, così ha portato fuori il refrigeratore. Però questa volta ha lasciato una nota.

“Nel caso non lo sapeste, mio marito Charlie è morto improvvisamente a 57 anni, il 10 marzo scorso. Farò del mio meglio per continuare a fornire acqua in bottiglia”. Non passò molto tempo prima che la donna ricevesse una risposta straordinaria:

“Ho sentito il suono inconfondibile del camion della spazzatura fermarsi e mentre mi voltavo a guardare ho visto con ammirazione quando un uomo è sceso dal mezzo, l’autista è uscito per unirsi a loro e insieme si sono voltati verso casa nostra per salutare. I miei occhi si sono riempiti di lacrime e il mio corpo ha cominciato a tremare mentre uno a uno si avvicinavano a me, mi afferravano la mano, mi abbracciavano dicendomi che erano molto dispiaciuti, sottolineando che nessuno aveva mostrato loro la stessa premura e lo stesso apprezzamento del marito. Poi lentamente, hanno preso una bottiglia di acqua, sono risaliti sul camion e, salutandomi con il segnale acustico, si sono allontanati”.

Velvet ritiene che questo sia un segno del marito defunto: “Questo è l’ultimo segnale sul fatto che è ancora molto presente nelle nostre vite”.