Dormiva così sui gradini della città, ma non era finita lì…

Voi nemmeno immaginate quanti bambini al mondo, soprattutto nei paesi poveri, hanno una vita difficile e sfortunata. Pensate che spesso, a causa della povertà, sono costretti a lavorare come il resto della famiglia o ad andare in giro, soli, per le strade della città, a chiedere l’elemosina. Guardate le immagini di seguito:


Sono state scattate, in quella che per questi abitanti è una normalissima giornata, da un fotografo di nome  AJ Laberinto.. Risalgono al 2014 e raffigurano un bambino nudo, sporco, denutrito, che dormiva su una scalinata della città. Ma la cosa ancora più grave, è che i passanti lo ignoravano. Gli passavano accanto senza degnarlo nemmeno di una sguardo. “Nessuno lo aiutava, nessuno si curava di quella scena che a me ha fatto venire i brividi”, racconta il fotografo. Da allora, non è cambiato nulla, la situazione per queste persone va sempre peggiorando. Sono immagini crude, dure, sconvolgenti, che si sono diffuse in rete in pochissime ore. Questa scalinata appartiene alla stazione di Manila, la capitale delle Filippine. E’ una città con un alto tasso di popolazione ma anche un alto tasso di povertà. Per queste persone, quelle scene sono all’ordine del giorno. Calpestavano quella povera creaturina, senza nemmeno provare a vedere se respirasse, senza curarsi di chiamare un’ambulanza. “Vedere bambini fare l’elemosina non mi ha mai sconvolto, ma vederne uno, così piccolo, costretto a dormire nudo per le scale, quello mi ha sconvolto e come”. Queste immagini sono state poi utilizzate per sensibilizzare il mondo verso queste situazione e per far capire a ognuno di noi, cosa significa davvero avere una vita difficile..

ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Ci auguriamo che quel bambino avesse una mamma e che oggi abbia l’opportunità di correre felice.

E’ vero fa male vedere queste immagini, ma servono a farci smettere di essere superficiali e ci insegnano ad apprezzare ciò che abbiamo!

Ricordatevi che bisogna sempre essere grati di quello che la vita ci ha donato, di quello che i nostri genitori siano riusciti a darci.

E questo è ciò che dobbiamo tramandare ai nostri figli.