È veloce o lento? Il tuo passo può dirti quando morirai

Cammini a passo lento o veloce? Devi sapere che il tuo passo può dirti quando morirai. Ecco cosa hanno scoperto i ricercatori che hanno effettuato questo studio.

Home > Lifestyle > È veloce o lento? Il tuo passo può dirti quando morirai

Cammini a passo lento o veloce? Devi sapere che il tuo passo può dirti quando morirai.

La velocità con cui le persone camminano dopo i 40 anni è un segno di quanti anni hanno il cervello e il corpo, rivelano gli scienziati.

Effettuando un semplice test della velocità, un team di ricercatori ha raccolto dei dati sufficienti per misurare il processo di invecchiamento delle persone.

Gli scienziati hanno concluso che non solo i corpi dei camminatori più lenti invecchiano più velocemente, ma il viso sembra anche più vecchio. Ma una scoperta curiosa è che i cervelli delle persone che camminano a passo lento, sono più piccoli.

Secondo l’opinione del team internazionale di scienziati coinvolti nello studio, i risultati rappresentano una “straordinaria sorpresa”.

I medici generalmente misurano la velocità dell’andatura per valutare la salute generale di un paziente, specialmente in quelli con più di 65 anni. È un buon indicatore di forza muscolare, funzionalità polmonare, equilibrio, forza della colonna vertebrale e visione.

Avere un passo lento durante la vecchiaia è associato anche ad un rischio maggiore di demenza e al declino delle funzioni del corpo.

Allarme rosso

Il sondaggio ha valutato un milione di persone in Nuova Zelanda (India) nate nel 1970 e regolarmente seguite. I pazienti di 49 anni si sono sottoposti anche a dei test di funzionalità fisica e cerebrale, questo studio ha dimostrato che camminare lentamente è un segno che si sviluppa decenni prima della vecchiaia.

Anche all’età di 45 anni, c’è una grande variazione nella velocità di camminata: il movimento a passo più veloce è di poco più di due metri al secondo a piena velocità (senza correre).

In generale, le persone che camminano più lentamente hanno mostrato segni più elevati di “invecchiamento accelerato”. I polmoni, i denti e il sistema immunitario delle persone che si sono sottoposte al test erano in condizioni peggiori rispetto a quelli che, durante i test, hanno dimostrato di camminare più velocemente.

La scoperta sorprendente che gli scienziati hanno fatto è che le persone che camminano più lentamente, hanno più probabilità di avere un cervello più anziano e di morire precocemente.