Ecco cosa dice la lunghezza delle dita

Scopriamolo insieme.

Ci sono tanti miti sulla sessualità che molto spesso si rivelano completamente infondati. Quanti ne abbiamo sentiti? E quanti ne abbiamo raccontati noi stessi agli altri? Il mito più popolare riguardava la dimensione di mani e piedi in correlazione alla lunghezza del pene. Tanti i miti che sono morti, ma ce n’è uno legato alle dita duro a morire.   Se ha queste caratteristiche alle dita delle mani… WOW al letto è una bomba


Si credeva che lunghezza e forma delle dita in generale potessero avere un significato e un collegamento con la sfera sessuale. Ecco i miti più comuni, alcuni dei quali sono stati già sfatati, mentre altri sono stati proposti e magari anche confermati da particolari studi scientifici!

Il dito magico

L’anulare, secondo la tradizione, racchiude la chiave della se$$ualità di una persona. Ma, in realtà non c’è niente di fondato!

Indice e anulare

In merito alla differenza nelle lunghezze tra indice e anulare potremmo parlare di promiscuità… O stabilire le preferenze s$$suali di una persona.

Rapporto tra indice e anulare: ha collegamenti con la gravidanza: la lunghezza dell’indice dipende dalla quantità di testosterone in cui sei stato esposto nel grembo materno.

Un anulare più lungo può indicare maggiore esposizione all’ormone. Avere l’anulare più lungo dell’indice potrebbe indicare:

Che la persona è lesbica, come sottolineato da uno studio della Michigan State University del 2001


Che la persona è gay


Potrebbe indicare maggiore probabilità di contrarre il cancro alla prostata


Indicherebbe anche un fascino maggiore


Ricchezza


Virilità


Memoria più acuta

Rischio di ansia e depressione


Maggiori probabilità di sposarsi


Eccellenza nelle attività di resistenza