Ecco perché non dovreste fumare in presenza di cani e gatti

L'ordine dei Medici di Milano ha lanciato una nuova campagna contro il fumo passivo.

 

Il fumo passivo fa male, lo sappiamo. E sappiamo anche che esistono divieti di fumo in presenza di donne incinte o di bambini, perché sono considerate delle categorie a rischio. Ma lo sapevate che il fumo passivo di sigarette può essere nocivo anche per i nostri amici a quattrozampe? L’Ordine dei Medici Veterinari ha lanciato a Milano una campagna informativa, per spiegare ai proprietari di cani e gatti quanto sia importante non fumare in loro presenza. I danni per la loro salute potrebbero essere enormi, quindi, per favore, spegnete le sigarette in loro presenza.

cani-gatti1
Pensa a loro, non fumare in casa!

Il fumo uccide anche loro” è lo slogan della campagna: un motivo in più per pensare di smettere di fumare, no? Secondo un recente studio della Henry Ford Health System di Detroit se i proprietari di cani e gatti sono correttamente informati, il 28,4% dei fumatori proprietari di pets cercherà di smettere per amore del proprio amico fedele. E scusate se è poco!

Pare che siano i gatti i soggetti più a rischio, per l’abitudine di leccarsi il pelo, dove possono depositarsi le sostanze nocive del fumo: il rischio è quello di vederli ammalare di tumori orali. Tra i cani, invece, le razze più a rischio sono quelle con un muso lungo, più soggette a neoplasie delle cavità nasali, e quelle di piccola taglia, più soggette a problemi cardiaci e respiratori.

Un altro rischio è rappresentato dai mozziconi lasciati in giro, che posson essere ingeriti da cani e gatti.

Il fumo passivo fa male, ai bambini quanto ai nostri amici pelosi!