Elena Santarelli in ospedale dal figlio Giacomo: la visita di Alessia Marcuzzi

Ecco il suo messaggio!

Home > Lifestyle > Elena Santarelli in ospedale dal figlio Giacomo: la visita di Alessia Marcuzzi

Alessia Marcuzzi, grande amica di Elena Santarelli, oltre che sua collega, ha deciso di andare a fare visita al piccolo Giacomo, il figlio della showgirl nato nel luglio del 2009 e che è affetto da una malattia che preoccupa molto i suoi genitori. La conduttrice dell’Isola dei Famosi ha voluto star vicino all’amica, che, nonostante la malattia del figlio, non ha perso il sorriso e l’ottimismo.

A dicembre Elena Santarelli ha pubblicato due post su Instagram che poi sono stati rimossi per i troppi commenti brutti che le erano arrivati. La showgirl raccontava dell’incubo che la sua famiglia stava attraverso, del senso di impotenza suo e di suo marito nel ricevere una diagnosi che nessun genitore vorrebbe mai ricevere. La diagnosi di una malattia seria. “Il 30 novembre è come se io e mio marito avessimo ricevuto un pugno nello stomaco senza preavviso, un pugno così forte che ti toglie il respiro e ti gela il corpo all’istante […] una diagnosi che un genitore non vorrebbe mai sentirsi pronunciare dai medici ma con cui abbiamo dovuto cominciare a farci l’abitudine”. Non sappiamo di cosa soffra il piccolo Giacomo, ma Elena Santarelli ha voluto, con i suoi post, dire a tutti i genitori di ascoltare sempre il loro istinto, ringraziando tutto il personale medico dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma che è sempre stato al loro fianco, così come gli amici e i parenti. Nel secondo post Elena Santarelli si scagliava contro i giornalisti che hanno riportato non correttamente le informazioni, poche ed è giusto così, che lei aveva dato.

Un mese dopo, l’amica Alessia Marcuzzi ha condiviso sui social una bellissima immagine, accompagnata da un bellissimo messaggio:

Grazie amica mia Elena Santarelli per avermi fatto conoscere così tante belle persone oggi all’ospedale pediatrico Bambino Gesù. È stato emozionante condividere qualche momento con i bambini del reparto di oncologia e oncoematologia, con le loro famiglie e con i meravigliosi angeli che si prendono cura di loro (in parte con noi in questa foto). E tu sei una guerriera vera amica mia, e Jack un portento. Ti voglio bene”.

Forza Giacomo!