Estate in Albania: ecco le spiagge più belle del sud

 

Quest’anno 2016, l’Albania è una delle destinazioni estive più in voga e già nel 2011 era stata eletta destinazione dell’anno dalla Lonely Planet. La zona più bella di questo paese si trova al sud, dove si trovano montagne a ridosso sul mare, acqua cristallina e natura incontaminata. Se non sapete dove andare per quest’estate, l’Albania potrebbe fare al caso vostro. Eccovi dunque i posti più belli da visitare.

Le spiagge più belle dell’Albania

Albania1
Karaburun

Karaburun

La penisola di Karaburun che circonda Valona, terza città del paese regala panorami mozzafiato. Ex zona militare ad accesso limitato fino ai primi anni Novanta, oggi questo luogo, insieme all’isolotto di Sazan che ha recentemente aperto le sue porte ai visitatori, è parte del Parco Marino Nazionale, raggiungibile solamente a piedi o tramite piccole imbarcazioni.

Imperdibile è la baia di Grama, un’insenatura nascosta sulle cui pareti rocciose si conservano antiche scritte di marinai. E’ famosa per le sue grotte, come quella di Haxhi Aliu detta anche “caverna dei pirati”, per le sue acque cristalline e per le calette isolate con spiagge di sassi bianchi.

Dhërmi

Andando verso sud, superato Llogara, un passo di montagna incastrato tra cielo e mare a trenta chilometri da Valona, si arriva nella Riviera Albanese dove la prima spiaggia famosa che si incontra è quella di Dhërmi.

Lungo la riva troverte ogni tanto dei bunker, disseminati su tutto il territorio sin dal periodo comunista a causa dell’ossessione del dittatore Hoxha di un’eventuale invasione militare nel paese. Nei mesi estivi Dhërmi è abbastanza affollata, ma potrete fare una camminata in mezzo a verdi ulivi secolari per ritrovare subito la pace così come presso le numerose baie circostanti, come quella di Drymardes, dove potrà godersi il sole e la brezza marina in completo relax senza essere disturbato.

Non distante da Dhërmi si trova anche Jalë, una piccola spiaggia bagnata da acque turchesi e incastonata tra formazioni rocciose.

Himara

La cittadina di Himara possiede uno splendido mare limpido e azzurro. Negli ultimi anni il flusso di turisti è aumentato, per cui  sulle spiagge cittadine e in quelle nei dintorni, come Spile, Potami e Prinos sono ormai gremite in piena estate.

Anche la bella Livadhia, a circa tre chilometri dal centro, non è sfuggita agli occhi dei villeggianti, per via della sua bellezza. E’ consigliata per questo motivo Llaman, una delle spiagge meno frequentate persino in alta stagione: si tratta di una baia dalle invitanti acque cristalline che è abbracciata da selvagge colline che scendono a picco nel mare.

Porto Palermo

Porto Palermo
Porto Palermo

La piccola penisola di Porto Palermo è un luogo incredibile e utilizzato spesso come set cinematografico. Merita una tappa non solo per lo splendido mare da cui è circondato, ma anche per il suo castello visitabile grazie a guide locali. La penisola, infatti, è sormontata da una roccaforte, fatta costruire nel diciannovesimo secolo da Ali Pasha di Tepeleni, politico e governatore di numerosi territori europei dell’impero ottomano, in onore della moglie.

Borsh

Con i suoi oltre tre chilometri di spiaggia, Borsh è la più lunga della costa ionica albanese. Nel villaggio omonimo si trova un castello risalente all’epoca bizantina, successivamente ricostruito dagli ottomani. L’incantevole spiaggia, invece, è circondata da una natura lussureggiante con ulivi e agrumi che inondano l’aria di aromi freschi ed estivi.

Ksamil

Ksamil
Ksamil

Proseguendo verso sud, si raggiunge Saranda, dove potrete visitare la riviera Ksamil, detta anche la perla dello Ionio, che sorge davanti all’isola di Corfù e a pochi chilometri dal confine greco. Nella sua baia si trovano quattro  isolette, coperte da una vegetazione rigogliosa, raggiungibili con una piacevole nuotata o un breve giro in barca.

Alle spalle di Ksamil sorge il Parco Nazionale di Butrinto, tra i più bei parchi archeologici dei Balcani, patrimonio dell’umanità Unesco.

 

 

di Marianna Feo