Festa delle donne, origine

Qual è l'origine della Festa delle donne? Perché l'8 marzo è la Giornata Mondiale della Donna?

Home > Lifestyle > Festa delle donne, origine

Festa delle donne, origine: com’è nata la tradizione di celebrare le donne l’8 marzo di ogni anno? È una ricorrenza molto importante e dovrebbe essere molto sentita da tutti gli esponenti di sesso femminile. Perché non è solo un giorno per festeggiare con le donne della nostra vita la femminilità. Ma è soprattutto un giorno per sensibilizzare su quanto sia ancora profondo il gap di genere. La parità non è ancora stata raggiunta.

Festa delle donne, origine

La Giornata Internazionale della Donna si celebra ogni anno e in tutto il mondo l’8 di marzo. La festa è nata per ricordare tutte le conquiste delle donne, ma anche le discriminazioni e le violenze che sono ancora costrette a subire. In ogni angolo del pianeta. Un giorno importante per fare il punto della situazione e capire come muoversi, tutti insieme, per raggiungere la parità di genere.

Storia della Festa della donna

Nel 1907, in occasione del VII Congresso della II Internazionale socialista di Stoccarda, la delegazione femminile chiese l’impegno di analizzare la questione femminile. E chiedere che venisse esteso anche alle donne il diritto di voto. L’anno seguente la conferenza che ogni domenica il partito socialista teneva a Chicago decise di dedicare la giornata al Woman’s Day, il giorno della donna, per parlare di tematiche legate ai diritti delle donne.

festa della donna

L’anno seguente il Partito Socialista Americano decise di istituire il 23 febbraio la Giornata della donna. A fine anno molte donne cominciarono a protestare per i loro diritti e lo sciopero arrivò fino all’anno dopo. Il 27 febbraio del 19180 3mila donne celebrarono la giornata della donna. Le delegate socialiste chiesero allora che venisse fatto qualcosa di concreto. E ogni anno lo ricordavano alla fine di febbraio.

In altri paesi come Germania, Austria, Svizzera e Danimarca si decise di celebrare la festa il 19 marzo 1911. In Francia il 18 marzo. Una ricorrenza non celebrata tutti gli anni e con diversità da paese a paese. Tutto cambiò l’8 marzo 1917 quando le donne russe marciarono per chiedere la fine della guerra. In quel giorno iniziò la Rivoluzione russa di febbraio. Il 14 giugno 1921 la Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste di Mosca fiss l’8 marzo come Giornata Internazionale dell’Operaia.

In Italia si cominciò a celebrare l’8 marzo solo dal 1922, per volontà del Partito comunista.