Gaffe di Melegatti: la foto omofoba fa arrabbiare la rete

L'azienda ha prima modificato il post, per poi cancellarlo, ma la frittata era fatta.

 

Guai per Melegatti, a causa di una fotografia pubblicata su Facebook. No, non c’entra niente il pandoro limited edition con il faccione di Valerio Scanu, che ha sollevato numerosi commenti ironici per la scelta fatta. Questa volta a finire sotto accusa è un’immagine chiaramente omofoba che è stata pubblicata sulla pagina Facebook da Melegatti, che poi ha tentato di correggere il tiro prima di cancellarla definitivamente. Ma il web non dimentica…

melegatti-omofoba

Il post omofobo di Melegatti

Su Facebook è apparsa oggi un’immagine per pubblicizzare i cornetti Melegatti, dove si vedevano due persone sotto le lenzuola. Subito il claim è stato fortemente criticato: “Ama il tuo prossimo come te stesso… basta che sia figo e dell’altro sesso“.

Poi lo slogan è stato cambiato, modificando l’ultima parte con un generico “e del sesso che vuoi“, ma ormai il danno era stato fatto e, viste le numerose critiche, l’azienda ha pensato bene di cancellare il post.

melegatti-omofoba3

Il post modificato viste le critiche!

Ma ormai la frittata è stata fatta…

La storia di Analìa e della sua piccola guerriera Luz Milagros, nata a sei mesi di gestazione

La storia di Analìa e della sua piccola guerriera Luz Milagros, nata a sei mesi di gestazione

Postina bussa alla porta per consegnare una lettera: salverà la vita a una signora anziana

Postina bussa alla porta per consegnare una lettera: salverà la vita a una signora anziana

Conserva l'anguria per un anno: ecco com'è quando la apre

Conserva l'anguria per un anno: ecco com'è quando la apre

Il modo in cui porti la borsa dice molto di te

Il modo in cui porti la borsa dice molto di te

A cosa serve la parte blu della gomma per cancellare?

A cosa serve la parte blu della gomma per cancellare?

Come i segni zodiacali reagiscono ai complimenti

Come i segni zodiacali reagiscono ai complimenti

La lettera di addio della figlia 16enne

La lettera di addio della figlia 16enne