Gin Mare

Gin Mare Experience: alla scoperta dei sapori e del gusto del nostro mediterraneo

Climate. Escape. Gastronomy. Lifestyle.

La bellezza della Puglia, il gusto della tradizione mediterranea e la freschezza di un gin speziato come Gin Mare. Questi i concetti d’ordine della prima tappa pugliese del format Med Transfers creato dallo stesso gin mare.

Gin Mare

Climate. Escape. Gastronomy. Lifestyle. Le parole d’ordine su cui si fonda il nucleo, il cuore di un gin come Gin Mare. E proprio per questo motivo il distillato iberico ha voluto farci rivivere lo stesso concetto di viaggio, scoperta ed unione tra le persone, così come l’essenza della sua formulazione si mescola – attraverso diverse proposte – perfettamente alle differenti leccornie gastronomiche tipiche di una cucina ricca, gustosa e mediterranea come quella pugliese.

Nasce in questo modo la Gin Mare Experience attraverso il format Med Transfers, il cui obiettivo è “guidare” le persone fra differenti esperienze gastronomiche e di miscelazione, facendo apprezzare loro anche il viaggio, il concetto di transfer appunto. Ognuno dei paesi aderenti mantiene la stessa filosofia applicandola in maniera diversa. Tra questi, fino a questo momento, troviamo UK, Germania, Spagna e Olanda.

 

Gin Mare

Gin Mare Experience

Il Med Transfers è un’esperienza già collaudata. Quest’anno abbiamo partecipato alla loro prima tappa del 2019, aperta appunto a giornalisti, esperti di food e lifestyle, influencer, che si è tenuta nella bellissima terra della Puglia. Amata penisola italiana, ricca di storia e cultura proveniente dal mediterraneo, ma anche florida di tradizione, in particolar modo quando si parla di gastronomia.
Una vera e propria fuga dalla città, dove Gin Mare ha cercato infatti di far vivere un momento di convivialità tipicamente mediterraneo con una cena con social table e un dopo cena con danze e musica, in una cornice ideale.

Gin Mare

Le tappe principali del nostro viaggio sono state Manduria – dove abbiamo alloggiato nella bellissima Masseria Potenti, un vero e proprio angolo di paradiso isolato nel resto del mondo – e Mola di Bari – saggiando i sapori forti autentici del pescato fresco su un autentico peschereccio da gambero rosso. Già all’interno di questo breve piano è possibile ritrovare i quattro concetti aderenti al mood of life di Gin Mare:

Climate: cosa c’è di meglio dell’Estate pugliese, dove l’acqua è cristallina e il mare invitate, il sole scalda e abbronza la pelle, il calore rende più febbrili e infantili, lasciandosi andare nella tipica brezza del folklore della penisola italiana;

Escape: la stessa location dei luoghi, in particolar modo con la scelta di una Masseria tipicamente pugliese non fa altro che sottolineare il desiderio di spostarsi da un contesto urbano per poter vivere a pienamente il motto di Gin Mare “disconnect to connect”;

Gastronomy: obiettivo del viaggio è stato sicuramente gustare le diverse proposte di accostamenti di Gin Mare con quelle che sono le materie prime della tradizione, dal rosmarino all’oliva, dall’olio al basilico. Lo stesso concetto dietro il sapore aromatizzato di Gin Mare si basa proprio sull’utilizzo di sapori tipici del mediterraneo, come il Timo greco, Basilico made in italy, Rosmarino turco, gli agrumi spagnoli e l’Oliva Arbequina;

Lifestyle: perché in tutto questo non deve mancare la parte più glamour e rilassante dell’esperienza, dove viene marcato ancora di più la disconnessione con il mondo esterno per concedersi un momento di puro piacere, tra piscina e spiaggia, individuale e sociale tra amanti di gin.

Gin Mare

Dentro l’experience

Importante per Gin Mare è quello di rendere partecipi a 360° i suoi ospiti partecipanti ai viaggi, mettendoli nella condizione di comprendere fino in fondo cosa stanno mangiando e bevendo, partendo proprio dal principio. Ecco perché, nella cornice della Masseria Potenti si sono svolti due workshop di estremo interesse: il primo con l’ancora complesso della del foraging, a cura dell’esperta Valeria Mosca di Wooding Lab; il secondo, invece, con focus intenso su l’olio di oliva, elemento usato tanto nella tradizione quanto nell’esaltazione del gusto di Gin Mare. “Docenti” d’eccezione del workshop sono stati Ezio Canetti, brand ambassador di Gin Mare, Savino Muraglia managing director di Frantoio Muraglia e Luciano Matera de Il Turacciolo di Andria.

Gin Mare

La conclusione della prima giornata è stata una meravigliosa cena “a quattro mani” studiata da Alessandro Sammarco, chef di Masseria Potenti, assieme sempre al nostro brand ambassador Ezio Canetti. Concetto base della cena è stato quello di giocare per affinità e contrasto di sapori, creando così un menu con 4 portate, ognuna delle quali abbinata a un cocktail studiato per l’occasione.

Come anticipato, per l’ultima tappa l’experience ha fatto le valigie e da Manduria si è spostata prima verso il Capitolo, per una giornata di mare sorseggiando il più tipico Gin Tonic, e successivamente a bordo di un peschereccio – dedicato alla pesca di gambero rosso – della Ittica De Giglio. Qui il sapore del crudo ha incontrato quella della freschezza creata da due cocktail fatti per l’occasione. In questo caso le creazioni sono per mano di Daniel Cavuoto e a Tommaso Scamarcio, chef e bar manager di Hagakure, catena di ristoranti che sposano crudo pugliese e cucina giapponese.

Gin Mare

Quello con Gin Mare è stato un antipasto nel piacere dell’estate italiana, prima della meritata pausa dall’ufficio, per distendersi, rilassarsi, sorseggiando uno dei cocktail proposti dai bartender che ci hanno accompagnati durante l’experience, accostati magnificamente alle proposte culinarie del luogo, andando da una tipica burrata con alici affumicate ad un gambero rosso crudo, passando per una rivisitazione della cacio e pepe ma con le cozze, fino ad arrivare ad una gustosa zeppola fritta di San Giuseppe.

Le prossime tappe di Med Transfers

Med Transfers procede con un ulteriore evento che si terrà il 13/14/15 Settembre fra Ischia e Procida.
Qui, un numero limitato di ospiti potrà partecipare a questa Sailing Experience con partenza il venerdì a pranzo da Napoli per poi passare ad Ischia e Procida.
Saranno tre giorni dedicati ai valori del brand e caratterizzati da esperienze in ristoranti fine dining, cucina locale e prodotti tipici senza mai dimenticare la mixologia e i luoghi più belli di queste Isole. L’evento verrà aggiunto nelle prossime settimane al portale Med Transfers, e gli ospiti potranno iscriversi all’esperienza direttamente tramite il sito.

Ovviamente i posti saranno limitati. Sul sito inoltre verrà caricato un video teasing e il programma completo del viaggio.
L’organizzazione verrà gestita a quattro mani insieme ad una esperta società di sailing, che da anni si occupa di boat trip nel golfo di Napoli, e che supporterà Gin Mare in tutti gli aspetti tecnici.

L’esperienza sarà a pagamento anche se il valore di quanto potranno vivere nei 3gg sarà di certo superiore alla quota di partecipazione.
Il Med Transfers di Settembre verrà comunicato attraverso le piattaforme social di Gin Mare e Compagnia dei Caraibi, alle newsletter e altri strumenti, oltre a naturalmente i vostri articoli se pensate che possa essere un angle opportuno e che può trovarvi spazio.

Gin Mare

Qualcosa in più su Gin Mare

Gin Mare nasce nel cuore del Mediterraneo, in un antico villaggio tra la Costa Brava e la Costa Dorada, creato dall’artigianalità e dalla cura tipiche dei paesi di questo bacino. Gin Mare viene prodotto con l’intento di ricercare un gin veramente eccezionale, a partire dalla selezione e dal processo di macerazione degli ingredienti di altissima qualità, come l’orzo, gli agrumi e le botaniche, che vengono poi sapientemente miscelate a mano, in modo da conservarne il loro carattere riconoscibile nel prodotto finito. Gin mare è l’autentico gin del Mediterraneo, in grado di stabilire un nuovo punto di riferimento nella categoria dei gin di altissima qualità e caratterizzandosi per l’utilizzo delle migliori botaniche di questa regione come le olive Arbequina, il basilico, il timo e il rosmarino.

L'intervento di Jody che ha cambiato la sua vita per sempre

L'intervento di Jody che ha cambiato la sua vita per sempre