Gli oggetti antistupro che non devono mai mancare nella borsetta

Una fotografa statunitense ha realizzato una serie di foto nelle quali vengono immortalate donne che stringono tra le mani oggetti utili per difendersi contro gli stupri

 

Taylor Yocom, 22 anni, studia fotografia all’Università dell’Iowa.
Attraverso un progetto chiamato Guarded, ha realizzato una serie di scatti in cui vengono immortalate delle donne, tutte sue compagne di college, che stringono tra le mani oggetti come un mazzo di chiavi, un fischietto o uno spray al peperoncino, utilizzati per proteggersi da eventuali violenze sessuali.

“Il progetto vuole essere una risposta alla cultura dello stupro”, ha dichiarato la fotografa su BuzzFeed News.

Nei primi mesi del 2014, nella loro università, sono stati segnalati diversi episodi di aggressioni. I responsabili erano conoscenti delle ragazze, stranieri, ma anche, addirittura, tassisti.

«Le statistiche – spiega Yocom– dicono che una donna su 4 sperimenterà una violenza sessuale, dopo la laurea. Nella nostra università, quando si è saputo di quei fatti pericolosi, la tensione è salita, e le donne hanno cominciato a dotarsi qualche oggetto per la difesa, da portare in tasca o in borsa».

Guarded20141019_0005

oggetti antistupro

final15+2

oggetti antistupro

final12+2

oggetti antistupro

Guarded20140930_0011

oggetti antistupro

final11+2

oggetti antistupro

final9

oggetti antistupro

Guarded20140930_0006

oggetti antistupro

 

Le parole strazianti di Todd per sua moglie e sua figlia

Svelato il mistero della tacca sul fondo delle tazze: ecco a cosa serve

Ti svegli spesso di notte? Ecco cosa ti sta dicendo il tuo corpo

Chi è la femmina tra questi quattro bimbi?

Dieci messaggi che un uomo manda solo quando è innamorato

Un rimedio efficace che elimina le tossine

Oroscopo del giorno, 26 Ottobre: cosa dicono i segni zodiacali