Gli ultimi due orsi ballerini del Nepal sono stati finalmente liberati e la loro reazione è da sciogliere il cuore. Attenzione immagini sensibilmente forti.

Home > Lifestyle > Gli ultimi due orsi ballerini del Nepal sono stati finalmente liberati e la loro reazione è da sciogliere il cuore. Attenzione immagini sensibilmente forti.

Prima di Natale, sono stati finalmente liberati gli ultimi due orsi ballerini del Nepal. sono stati liberati grazie alle associazioni  Jane Goodall institute e world animal protection. Rangila un orso di 19 anni e srivedi di 17, sono finalmente liberi ma le conseguenze psicologiche sono molto gravi, come afferma il Daily Mail.

I due poveri animali, venivano costretti a ballare davanti alle persone divertite, senza sapere delle torture a cui erano costretti per imparare, un modo del tutto innaturale di vivere per le due povere bestiole. Le condizioni in cui Rangila e Srivedi versavano e i traumi subiti sono indescrivibili. Gli addestratore gli avevano rimosso i denti e forato loro il naso, per infilare una corda che li aiutasse nei movimenti mentre ballavano. Tutto questo in aggiunta alle pesantissime torture e maltrattamenti se non ubbidivano all’ordine dell’uomo. Neil D’Cruze, un volto prominente di World Animal Protection ha dichiarato: “E’ terribile vedere che questi animali vengono rubati alla natura, una situazione che riguarda sempre più animali in tutto il mondo, che vengono sfruttati solo per l’intrattenimento dei turisti.” Dopo un anno di appostamenti, pedinamenti e di duro lavoro, finalmente i due addestratori sono stati rintracciati e subito fermati prima che fosse troppo tardi.

In seguito gli orsi, sono stati portati all’ Amlekhgunj Forest and Wildlife Reserve dove saranno ben curati con tutte le attenzioni del caso,

e potranno finalmente vivere una vita normale e dignitosa, avranno insomma la vita che meritano. Un piccolo riscatto per i due animali.

“Siamo molto rattristati da quanto è successo a Rangila e a Srivedi, speriamo che si riprendano il prima possibile e che i loro addestratori abbiano una punizione esemplare”.

Ecco il commovente video: