I boschi incantati di Allies Davies

Le stelle dello spazio unite alla bellezza della natura per raccontare il legame tra l'uomo e la terra

Tutte le maggiori gallerie internazionali la vogliono, lei è Ellies Davies, un Master in Fotografia al London College of Communications nel 2008 e ben sette anni passati a fotografare le foreste del Regno Unito.

Allies-Davies
Ellies Davies

Nell’immaginario locale e nella cultura del posto, le foreste del Regno Unito rappresentano un luogo magico, pericoloso e misterioso dove si uniscono, quasi per magia, natura, cultura e uomo, per la stessa Ellies, spettatore di un paesaggio oscillante tra realtà e fantasia.

Allies-Davies
La foresta di Ellies Davies

Per rendere al meglio questa visione personale la Davies, per la sua serie Stars, ha voluto unire appositamente e con grande maestria i paesaggi forestali con le immagini della Via Lattea, di Omega Centauri (l’ammasso globulare più luminoso osservabile da Terra) e della nebulosa NGC 346, per collegare la sua esperienza personale della foresta, fisica e reale, alla realtà intangibile dello Spazio, e creare un effetto di alienazione dal mondo naturale.

Allies-Davies
Tra magia e realtà

Le immagini mistiche che ne derivano hanno quindi lo scopo di favorire il relax, la meditazione e suscitare pensieri su come i paesaggi riescano ancora a influenzare la nostra identità.

Sul suo sito web l’artista scrive: “Le foreste sono simboli potenti di folklore, fiaba e mito, luoghi di incanto e magia, nonché di pericolo e di mistero. Nella storia più recente sono state associate a stati psicologici relativi all’inconscio. In questo contesto il mio lavoro esplora i modi in cui l’identità si forma attraverso i paesaggi che viviamo e in cui cresciamo.”

Allies-Davies
Il legame misterioso tra uomo e natura