I piccoli gesti di gentilezza provenienti da tutto il mondo

Oggi è la Giornata Mondiale della Gentilezza!

Home > Lifestyle > I piccoli gesti di gentilezza provenienti da tutto il mondo

Il segreto della gentilezza sta nelle piccole cose: oggi, lunedì 13 novembre, è la Giornata Mondiale della Gentilezza, un giorno per ricordare quanto essere gentili, aiutare gli altri, rendersi disponibili sia importante per tutti noi. Fare del bene agli altri è un toccasana per chi riceve quel gesto di altruismo, ma anche per chi lo fa, grazie a quell’emozione e a quella sensazione che proviamo quando sappiamo di aver fatto qualcosa di buono per loro. Il 13 novembre 1997 alcuni gruppi umanitari firmarono la Dichiarazione della Gentilezza e da allora oggi è una giornata dedicata ad atti gentili. Felicità e gentilezza sono le due facce della stessa medaglia: ecco come si celebra la gentilezza in tutto il mondo.

La Giornata della Gentilezza viene festeggiata in tutto il mondo, con eventi e attività diverse: negli Stati Uniti d’America, in Italia, a Singapore, in India, negli Emirati Arabi, in Nigeria, in Giappone, in Canada, in Australia. Anche se i modi di festeggiare questa ricorrenza sono diversi da paese a paese, tutto parte dai piccoli gesti: tenere aperta la porta a qualcuno, dare una mano ai vicini, offrire un caffè…

In Italia, ad esempio, c’è una bellissima tradizione che ci arriva da Napoli: è il caffè sospeso. Ognuno può prendere un caffè al bar e alla cassa se ne pagano due al posto di uno, così chi non ha i soldi per permetterselo può andare al bare e chiedere se c’è un caffè sospeso, gratuito. Ma questo è solo un esempio di atti di gentilezza che si possono fare ogni giorno.

In Giappone, ad esempio, si fa un regalo alla vigilia di un viaggio: la senbetsu è anche un dono d’addio rivolto a qualcuno che se ne sta andando. Chi decide di cambiare vita fa un gesto importante, che può anche essere difficile. Un piccolo gesto di gentilezza, come un mazzo di fiori, può aiutare ed essere un buon augurio per il futuro.

In Israele c’è il Mishloach Manot: in occasione di Purim gli ebrei che hanno già celebrato il Bar o Bat Mitzvah donano due diversi tipi di pietanze. Una buona azione per permettere a tutti di mangiare in un giorno di festa.

Infine, in Spagna chi percorre gli 800 chilometri che formano il Cammino di Santiago sa che riceverà tanti atti di gentilezza che i locali riservano ai pellegrini: rifugi gratuiti o a basso costo, abbracci gratis, acqua pulita!