Il Canone Rai arriva in bolletta: 5 cose da sapere

Meglio arrivare preparati a questa importante novità!

 

Per chi ancora non lo sapesse, a partire da quest’anno il Canone Rai si pagherà direttamente nella bolletta per l’energia elettrica. In queste ore sono tantissime le telefonate arrivate alle diverse associazioni di consumatori, per poter avere chiarimenti e informazioni in merito a questa piccola rivoluzione, che dovrebbe far sì che tutti paghino una delle tasse più odiate (e considerate inutile), oltre che una delle più evase dagli italiani. Cosa c’è da sapere in merito al canone Rai che arriva in bolletta? Facciamo un po’ di chiarezza!

canone-rai1
Come pagare il canone Rai quest’anno?

1. Chi paga il canone Rai

Il canone Rai deve essere pagato da chi possiede la tv o chi possiede un apparecchio che può ricevere le trasmissioni televisive, come prima. Solo che adesso si presume la detenzione nel caso ci sia “un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica”. Se non avete un apparecchio, potete presentare un’autocertificazione all’Agenzia delle entrate, da presentare ogni anno. Sono esenti le persone con più di 75 anni e un reddito di 8mila euro annuo.

2. Cosa succede per intestatari diversi?

Cosa succede quando il canone Rai e la bolletta dell’energia elettrica sono intestati a persone diverse? Niente paura, perché la Legge di Stabilità prevede che saranno incrociate le banche dati dell’Anagrafe tributaria, dell’Authority per l’energia, Acquirente Unico, Ministero dell’Interno, Comuni e di altri enti, per evitare errori e recapitare la bolleta alla persona giusta.

3. Come fare la disdetta?

La disdetta o eventuali variazioni, come il cambio di residenza o la vendita di tutti gli apparecchi in possesso, devono essere fornite in tempo, con tutta la certificazione che attesa gli avvenuti cambiamenti (in caso di furto, la denuncia; in caso di rottamazione in discarica, la ricevuta di rottamazione…).

4. Quanto costa il canone del 2016?

Costa meno, 100 euro al posto dei 113,50 del 2015. Se avete una seconda casa con televisore non dovete pagare un secondo abbonamento: il canone si paga una volta sola per tutti gli apparecchi detenuti.

5. Quando scade il canone 2016?

Solo nel 2016 si comincia a pagare il primo luglio e comprenderà anche le rate scadute, ovvero quelle da gennaio a luglio.