Il pediatra mostra alle mamme di tutto il mondo come calmare i neonati

Ecco un metodo infallibile.

Home > Lifestyle > Il pediatra mostra alle mamme di tutto il mondo come calmare i neonati

Tutte le mamme vorrebbero conoscere il segreto per calmare il proprio neonato quando piange. Magari le hanno provate tutte, ma quando inizia a lamentarsi e a urlare non c’è rimedio o tecnica che tenga. Un pediatra potrebbe però migliorare la vita di ogni neo genitore, spiegando la tecnica infallibile che bisogna usare per calmare un neonato.

Il Dr. Robert Hamilton, della clinica pediatrica Pacific Ocean Pediatrics di Santa Monica in California (Stati Uniti), ha una tecnica infallibile per far smettere di piangere quasi tutti i bambini. Un metodo indolore ed estremamente efficace, che fuziona all’istante, con qualunque neonato. Sembra incredibile ma pare proprio che il suo metodo sia decisamente infallibile. In un video su Youtube il medico ha mostrato l’efficacia del suo medico, testando la tecnica su due bambini che hanno sempre dimostrato tanto malessere dopo le vaccinazioni. La tecnica utilizzata dal pediatra americano non solo funziona, ma agisce in pochissimi secondi. Ma come fa il pediatra a compiere quello che per molti neo genitori rappresenta un vero e proprio miracolo? Innanzitutto prendi le braccia del bambino e incrociale sul petto.

Con una mano reggi le braccia e il mento del bambino, mentre con l’altra mano tienilo dal sederino. Posiziona il bambino a un angolo di 45 gradi e fatelo oscillare con estrema delicatezza. Nessun movimento improvviso e irregolare, mi raccomando. Il medico consiglia di tenere il bambino con il palmo della mano e non con le dita e sottolinea quanto sia importante tenerlo inclinato a 45 gradi, altrimenti il piccolo potrebbe tirare all’improvviso la testa all’indietro facendo perdere il controllo al genitore.

La tecnica funziona meglio nei bambini da 0 a 3 mesi secondo lo specialista. Quando sono più grandi, pesano un po’ troppo per tenerli in quella posizione! E se il bambino non si calma? Il pediatra sottolinea che forse la causa è un’altra: ha fame, ha bisogno di essere cambiato… Insomma, può funzionare o anche no…