Il se33o secondo gli uomini di oggi

Il tema che andiamo ad affrontare riguarda il mondo maschile e il se33o, il post non si basasu dati statistici, test o altro, No, soltanto esperienza, osservazione, testimonianze di amiche e conoscenti ( certamente in molte vi ritroverete nel quadro), purtroppo molto desolante anche se, ringraziando il cielo, ci sono le eccezioni.


Il primo dato da esaminare è la libertà e la facilità con la quale si intrecciano le relazioni se33uali. Oggi uomini e donne si sentono liberi di cercare avventure anche se sono sposati. La prima fase della relazione oggi è facilissima. Grazie ai social conoscere, chattare, scambiarsi messaggini anche un po’ piccanti, è alla portata di tutti. Gli uomini in questo sono bravissimi, scrivendo centinaia e centinaia di messaggi Whatsapp dando sfogo ad ardite fantasie.

 Fino qui ci siamo, i problemi nascono dopo, quando dalle emozioni digitali si passa a quelle in carne ed ossa. Una buona parte di questi amatori, si ferma alla prima fase, poiché alla soglia della seconda fugge a gambe levate per paura o codardia. Un’altra fetta si arrende alla fine del primo appuntamento, sempre per l’incapacità di confrontarsi con una persona anziché con uno schermo.

Quelli che resistono però non sono certo dei campioni, intraprendono si la relazione, ma con criteri e modalità intraprendono si la relazione, ma con criteri e modalità ben diverse dai desideri reali di una donna. E non perché le donne desiderano più le emozioni che il se33o, ma perché desiderano il se33o a cui si arriva attraverso le emozioni.

Anche se, sia per l’uomo che per la donna il primo approccio è arrivato digitalmente, l’altra metà del cielo si aspetta un minimo di romanticismo. Con questo non voglio dire che la donna si concede a letto dopo sei mesi, oppure che vuole un fidanzamento ufficiale ( spesso anche loro hanno relazioni clandestine anche con più amanti), ma vorrebbero essere desiderate, intraprendere un tipo di percorso in cui ci si possa sostenere e non un buco dove cadere e farsi male.

 

 Sposata, fidanzata, più relazioni in piedi non importa, la donna ama sentirsi comunque unica per il suo uomo ogni giorno attraverso parole, gesti e attenzioni; ma anche aiuto materiale, perché no, in questi tempi difficili non c’è niente di male ad “approfittare” di un consiglio o di un appoggio. Se la tua amante ha un figlio e guadagna poco e dunque non ha i soldi per comprare i pennarelli, sarebbe bello darle una mano. Gli uomini di un tempo facevano così.

 Esiste una piccola minoranza di uomini che lo capisce; la stragrande maggioranza però è concentrata soltanto sui propri bisogni: poche scocciatura e tanto piacere. Ti vuole vedere nei ritagli di tempo( il suo tempo naturalmente), passare subito al concreto e poi via, ognuno ai propri impegni, fino alla prossima voglia. In certi casi è anche eccessivo parlare di relazione. Per non parlare della questione economica! Non dico pagare sempre cene e caffè, ma ormai siamo arrivati al grado zero del galateo con frasi tipo ” ho soldi interi paga tu”.

 L’impegno sulla donna è quasi nullo e se la donna avanza una minima pretesa arriva l’abbandono senza né scrivere né rispondere più ai messaggi: una vera e propria forma di violenza che a parer mio andrebbe punita dal codice penale.

L’amante ideale diventa non la più giovane, non la più carina, ma semplicemente quella più remissiva e meno rompi scatole. Nelle donne tali storie portano grande frustrazione e delusione, sono donne che grande frustrazione e delusione, sono donne che non chiedono di lasciare la moglie o una relazione esclusiva, ma almeno una certa continuità fisica e mentale e un caffè offerto per galanteria. Insomma ci si domanda se esistono ancora uomini come quelli di una volta. Sicuramente si, ma dovrebbero farsi sentire perché tra la massa neanche si vedono più.

Le donne sono cambiate, non vogliono essere mantenute ne essere uniche, ma continuano a nutrire la relazione, fatta di pochi incontri di poco tempo, con la continuità mentale e sentimentale che fa desiderare il se33o che parte dalla testa e dal cuore, non solo dalla zona genitale. Un tempo tutto questo sarebbe stata la normalità .