Il terribile errore dei medici durante l’intervento di Ekaterina

La storia che stiamo per raccontarvi è davvero brutta, la protagonista è Ekaterina Fedyaeva ed era una ragazza di ventisette anni. Era davvero felice della sua vita ed aveva una madre che per lei avrebbe fatto qualsiasi cosa. Circa un mese fa, è andata all’ospedale di Ulyanovsk per un intervento di routine..



ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Aveva delle cisti alle ovaie e doveva rimuoverle. La ragazza non era preoccupata, ma qualcosa è andato contro i suoi piani. Le cisti dovevano essere trattate con una laparoscopia, cioè dei piccoli buchi nello stomaco. Però, nel caso di Ekaterina le cose hanno preso una piega sbagliata. I medici, mentre la ragazza era sul letto della sala operatoria, per sbaglio le hanno somministrato la formalina, invece della soluzione salina. Questo farmaco è davvero forte e di solito viene usato per evitare la rottura dei cadaveri. La ragazza ha sofferto per due lunghi giorni dopo l’operazione. Inizialmente aveva dei crampi, ma poi è entrata in coma e per lei non c’è stato più nulla da fare. Il problema più grande è che la madre ha raccontato che i medici si sono rifiutati di curarla e non hanno nemmeno detto dell’errore fatale. La donna disperata ha dichiarato: “Non avevamo idea di cosa fosse la formalina. Ora capisco perché tanto dolore, stava erodendo il corpo nel suo interno. Non appena i dottori hanno capito quello che le avevano fatto, hanno provato a liberare il corpo di mia figlia da quella sostanze, ma ormai era troppo tardi. Le sue gambe si muovevano, aveva le convulsioni, tutto il suo corpo stava tremando. Le ho messo delle calze, poi una coperta, ma non riusciva a smettere. In un breve periodo si è svegliata e mi ha detto ‘ Mamma sto morendo.’ 

ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Le persone che hanno fatto l’intervento sapevano già di aver infuso qualcosa di sbagliato, dovevano fare qualcosa subito, ma non hanno fatto nulla. Li ho pregati, gli ho detto per favore aiutatela, è la mia unica figlia, ma non c’è stato nulla da fare!”

Ekaterina è stata sepolta il sette aprile. I dettagli riguardanti la sua triste ancora non sono chiari agli investigatori.

Un semplice intervento è costato la vita di una ragazza, speriamo solo che giustizia sia fatta. Nulla può restituire Ekaterina alla sua famiglia, ma i responsabili di questa tragedia devono pagare.