Incinta scopre di avere un tumore, ma porta avanti la gravidanza

Per fortuna è una storia a lieto fine!

Laura Gabrielli scopre di essere incinta del suo terzo figlio. Ma nello stesso momento i medici le fanno un’altra diagnosi, più terrificante: un tumore tiroideo. I medici consigliarono alla donna di abortire, ma lei e il marito, Massimiliano Ossini, decidono di continuare comunque la gravidanza. E per fortuna è una storia a lieto fine.


9 anni fa la coppia è passata da un momento di gioia infinita, come la scoperta di un terzo figlio in arrivo, a uno di disperazione più totale, la scoperta di un tumore tiroideo. I medici hanno subito descritto alla donna e all’uomo quali sarebbero stati i rischi se avesse portato avanti la gravidanza, ma Massimiliano e Laura hanno deciso di non abortire. Di continuare nonostante il tumore alla tiroide. Nove anni dopo la famiglia è felice, nonostante abbia attraversato un momento davvero terribile. La donna si era recata dal medico perché stava dimagrendo troppo e il dottore scopri che la donna era incinta, ma anche che aveva un tumore alla tiroide. Si aprì una voragine, tutto sembrava dover svanire da un momento all’altro. I medici consigliarono di interrompere la gravidanza per potersi curare, altrimenti sarebbe stato rischioso per entrambi. La coppia, con grande coraggio, decisero di non abortire e al quarto mese di gravidanza la donna fu operata.

Un intervento delicato e difficile, nel quale i chirurghi le tolsero la tiroide e i linfonodi del collo. Poi la nascita di Giovanni, nato sano e senza complicazioni.

Dopo il parto la donna si poté sottoporre a radioterapia.

E nove anni dopo papà Massimiliano e mamma Laura sono qui a raccontare di quella brutta disavventura che hanno combattuto insieme, uniti, anche per il bene dei due figli già nati e di quel piccolo combattente che portava nel suo grembo. Oggi Giovanni ha 9 anni ed è vivo grazie al coraggio dei suoi genitori!