La dieta anti-afa per cani e gatti

 

Se il vostro cucciolo mangia poco, si muove meno oppure  ha scarso interesse verso ciò che accade oltre il suo naso non è niente di grave: sta solo facendo fatica ad affrontare questo periodo molto afoso. Per aiutare i nostri amici a quattro zampe, la prima regola è quella di nutrirli nel modo giusto.

Per prima cosa, sarebbe meglio evitare di dargli le crocchette: il pet-food deriva da scarti alimentari industriali cui vengono aggiunti conservanti, additivi e altre sostanze che alla lunga danno fastidio a livello dermatologico e gastrointestinale.

Se d’inverno l’amico a quattro zampe riesce a gestire meglio un’alimentazione non proprio variegata, d’estate è più difficile. Per quanto riguarda il cane è importante unire al cibo secco due cucchiai di umido. Un composto fortemente idratante.

Preferire il pesce alla carne perchè ricco di Omega3, fondamentale per la pelle e il pelo. Nel caso del gatto, invece, secco e umido non vanno mai mescolati perchè le crocchette inumidite si ammorbidiscono troppo e il gatto non le mangia.

cani-gatti-casa2
Cani e gatti

Per lui, la ciotolina di crocchette dve essere a disposizione perchè necessita di fare molti piccoli pasti, anche 10-12 al giorno, mentre il cibo umido deve essere consumato al momento – la  mattina e la sera.

Per il cane via libera a verdure come zucchine, carote, cetrioli tagliate a pezzetti e unite al cibo. Mentre è meglio evitare la frutta per via dello zucchero che porta a un aumento di peso dei cani, che d’estate si muovono meno.

In generale, poi, è meglio evitare pasti troppo abbondanti la sera. Fondamentale è l’acqua, che non deve mai essere calda o fredda di frigo.

di Marianna Feo