La pianta tossica, che ha causato gravi ustioni a Charlotte

Ogni anno, in questa stagione, cerchiamo sempre di avvisare tutti su i rischi che porta, con il caldo o con le piante. Oggi, proprio per questo, abbiamo deciso di farvi conoscere la storia di una ragazza, di ventuno anni, chiamata Charlotte Murphy, che vive nel Vermont.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Era una giornata come le altre, per la protagonista di questa storia, quando mentre camminava in strada, è scivolata ed è caduta su una pianta, chiamata la pastinaca selvatica. Un fiore giallo, che solamente a vederlo, può essere molto bello. Però, nessuno sa che è potenzialmente tossico. L’olio derivante dal suo gambo, è entrato in contatto con la pelle di Charlotte. Lei non sapeva del rischio che stava correndo, per questo ha continuato la sua giornata come se non fosse accaduto nulla. Ha pubblicato, poi, il suo avvertimento su Facebook, scrivendo: “Per un paio di giorni, ho avuto qualche protuberanza, ma senza dolore e prurito. Ho continuato a lavorare sotto il sole, permettendo quindi ai raggi UV di colpire la mia pelle, rendendo la reazione, che è arrivata una settimana dopo, molto peggio di come sarebbe stata se mi fossi lavata subito la zona colpita. Sette giorni dopo, è arrivato il rossore ed il prurito Purtroppo, poi durante il sonno, l’ho grattata molto e quando mi sono svegliata, la mattina avevo delle vesciche su tutta la gamba. Per tutto il giorno sono cresciute esponenzialmente fino al punto che era talmente gonfia, che non riuscivo nemmeno a camminare. Alla fine sono dovuta andare da un medico per una visita e per il bendaggio, ma si allargava a vista d’occhio, sull’altra gamba, sulle braccia e sulle mani. 

E’ un processo lento, ma ora sto guarendo, le vesciche ed il dolore si sono abbassati. La pianta, mi ha causato un’ustione paragonabile, ad una di secondo grado.

Mi dispiace di aver pubblicato foto così, ma la gente deve essere consapevole, di quello che la pastinaca selvatica può causare alla pelle!”

Se vedete questa pianta avvertite subito le autorità, la stessa cosa se la vedete nel vostro cortile, non tagliatela, perché gli oli tossici che contiene, potrebbero arrivare in contatto con la vostra pelle.

Nel caso in cui, per sbaglio doveste toccarla, lavate subito con acqua fredda, la zona e copritela per non far arrivare i raggi del sole.

Condividete con i vostri amici, tutti devono essere consapevoli di questo pericolo!