La pipì ti dà sempre informazioni utili

Cerchiamo però di tradurre bene i messaggi!

Home > Lifestyle > La pipì ti dà sempre informazioni utili

Tutti facciamo la pipì, ma ci soffermiamo mai a controllare il colore delle nostre urine? Prima di tirare lo sciacquone dobbiamo sempre dare un’occhiata. Certo, può non essere lo spettacolo più bello del mondo, ma è importante saper leggere il colore delle urine, perché ci dice moltissimo sul nostro stato di salute. Ecco come fare!

1 Nessun colore, trasparente: se la tua pipì è chiarissima è perché stai bevendo tanta acqua, ma attenzione a non esagerare per non incappare in un’idratazione troppo eccessiva.

2 Color giallo paglierino: il colore perfetto della pipì. Ci dice che siamo ben idratati, stiamo bene e probabilmente non abbiamo problemi a fegato o reni.

3 Giallo trasparente: colore assolutamente normale per la pipì!

4 Giallo scuro: forse dovremmo bere un po’ più di acqua. Ricordatevi la regola dei due litri al giorno!

5 Color miele: non sei idratato a sufficienza e hai bisogno di bere subito. Se è più scura di questo colore, allora la disidratazione è grave e avete bisogno subito dell’intervento del medico.

6 Rosa o rossastra: forse avete mangiato barbabietole, rabarbaro o mirtilli, ma può anche indicare presenza di sangue e quindi malattie ai reni, tumori, disturbi alla prostata, così come avvelenamento da piombo o mercurio.

7 Pipì arancione: vuol dire che state attraversando una forte disidratazione, forse qualcosa non va nel fegato.

7 Blu o verde: non capita spesso, per fortuna, perché sicuramente vi mette in allarme, ma forse avete solo mangiato qualcosa con un colorante alimentare, anche se può persino indicare infezione e malattie genetiche rare.

8 Viola: non esiste, a meno che non abbiate un catetere! Di solito si vede nelle donne anziane che ne hanno uno!

9 Schiumosa: se succede una volta ogni tanto, nessun problema, è una condizione normale. Ma se è una cosa che si verifica con più costanza, allora forse ci sono dei problemi ai reni o consumate troppe proteine.