La storia di Paul Fronczak

Il rapimento di Paul Fronczak nell'ospedale Michael Reese di Chicago

Home > Lifestyle > La storia di Paul Fronczak

Molti di voi avranno già sentito di questa storia, accaduta molti anni fa e diventata famosa in tutto il mondo. Il protagonista è un uomo di nome Paul Fronczak. Tutto ha avuto inizio nel 1964, quando sua madre lo ha dato alla luce nell’ospedale Michael Reese di Chicago. Dopo aver allattato suo figlio per tutto il giorno, la madre affettuosa lo mise a dormire con gli altri bambini nella nursery.

Il mattino seguente, una donna vestina da infermiera, entrò nella stanza e prelevò il bambino, per gli esami medici di routine. Ma non tornò mai più… il piccolo Paul era scomparso e quando il team medico si rese conto di ciò che stava accadendo, lanciò subito l’allarme ed informò le autorità. E’ diventato il più grande caso della storia di Chicago. Centinaia di agenti di polizia, impiegati delle poste e agenti dell’FBI cercarono il bambino ovunque, facendo irruzione in ogni casa, ma Paul era scomparso nel nulla. Dora, questo il nome della donna che lo aveva dato alla luce, insieme a suo marito Chester, entrò in shock, un incubo che non aveva fine. Dopo due anni, fu trovato un bambino che dall’aspetto, somigliava a Paul e si trovava a Newark, nel New Jersey. Qualcuno lo aveva lasciato in un passeggino, in un grande centro commerciale. Era stato momentaneamente affidato ad una famiglia che lo aveva chiamato Scott. Non aveva genitori, ma corrispondeva alla descrizione di Paul, in una foto avevano l’orecchio identico. Purtroppo l’ospedale non aveva le impronte, ne il sangue del neonato rapito. Venne quindi dato tra le braccia di Dora e il caso venne considerato chiuso. Gli anni passarono e quel bambino che adesso si chiamava Paul, divenne un ragazzino di dieci anni. Un giorno, mentre rovistava nel seminterrato della sua casa, trovò una scatola piena di ritagli di giornali, che parlavano del suo rapimento, di cui era all’oscuro.

Corse subito da sua mare Dora, per chiederle delle spiegazioni. Lei gli disse che era il lo bambino, ed era tutto ciò che contava. Gli anni continuarono a passare e all’età di venti anni, Paul cominciò ad avere dei sospetti. Sapeva che nessuno aveva mai avuto la certezza che fosse davvero quel bambino rapito ed era consapevole che non somigliava affatto alla sua famiglia.

Dopo il diploma, Paul lasciò la sua casa per suonare il basso con una rock band in Arizona. Poi si arruolò nell’esercito.

Si sposò con un’insegnante di nome Michelle ed insieme ebbero una bambina. Quando il medico della piccola gli domandò delle malattie della sua famiglia, Paul si rese conto che non sapeva come avrebbe dovuto rispondere. Aveva troppe domande per la testa ed era stufo, così decise di voler scoprire se era davvero il figlio di Dora e Chester.

Ci mise un po’, ma alla fine convinse i due genitori a fare un test del DNA e scoprì di non essere imparentato con loro. Non sapendo cosa fare, assunse un investigatore privato, voleva a tutti i costi scoprire chi fossero i suoi genitori e che fine avesse fatto il piccolo Paul.

Nel 2015, con l’aiuto di un gruppo di volontari chiamati DNA Detectives, guidati dalla genealogista Michelle Trostler, la famiglia dell’uomo, è stata rintracciata attraverso un database. Il suo vero nome era Jack Rosenthal e aveva sei mesi più di quanto pensasse.

Lui, le sue due sorelle maggiori e un fratello minore, erano stati abbandonati dai loro genitori, che poi si sono suicidati. Poi c’era la sua gemella, Jill, che nessuno aveva mai trovato. Da quel momento quest’uomo ha dedicato la sua vita, a cercare sua sorella biologica e il vero Paul, ma non c’è mai riuscito.

La sua nonna biologica aveva un album di famiglia, dove c’erano tutti tranne lui e JIll, ma c’era una pagina strappata. Ha così pensato che fosse accaduto qualcosa di terribile a sua sorella e non sapendo come fare a spiegare un solo gemello, avevano abbandonato lui. Sua madre era un’alcolizzata e suo padre un uomo molto rabbioso.

Paul ancora oggi è determinato a scoprire cosa è successo veramente al figlio di Dora. Ha ancora un investigatore privato che lavora al caso e dice che il prossimo passo sarà riesumare un corpo. In realtà, vuole riesumare due corpi, perché uno crede possa essere sua sorella. La sua ossessione per questa storia, ha messo fine al suo matrimonio.

Secondo un fotomontaggio, il vero Paul, dovrebbe essere così:

Ha scritto un libro. Adesso la sua storia, diventerà anche un film.