La storia di Xiao Yan e della sua ‘voglia’ che potrebbe ucciderla

Home > Lifestyle > La storia di Xiao Yan e della sua ‘voglia’ che potrebbe ucciderla

Abbiamo deciso di raccontarvi la storia di Xiao Yan perché pensiamo che vale la pena conoscere questa donna cinese che dimostra non solo di essere una guerriera coraggiosa ma anche di voler condividere la sua battaglia con il mondo intero per aiutare anche gli altri. Perché sappiamo bene che per una donna non è facile farsi vedere in quel modo ma Xiao Yan lo fa per dire a tutti che bisogna combattere la malattia senza vergognarsi del proprio aspetto, perché non c’è nulla di cui vergognarsi.

Xiao Yan è nata con una voglia in faccia. Molte persone nascono con delle voglie e alcune sono molto estese. Quella di Xiao Yan, però, è diversa da quella di tutti gli altri perché potrebbe ucciderla. I medici temono che la voglia di Xiao Yan possa diventare cancerosa, se non provano a rimuoverla. La 23enne è nata un nevo melanocitario congenito, un tipo di voglia che colpisce circa l’un per cento dei bambini in tutto il mondo. Lo scorso marzo, quando Xiao cominciò a lamentarsi per colpa dei dolori, i medici si preoccuparono. Xiao, è nata in un piccolo villaggio rurale di Longjing nella provincia di Guizhou, nel sud-ovest della Cina e avrebbe dovuto affrontare la vita con questa grande voglia in faccia. Ma sembra che il nevo sia pericoloso e questo ha convinto i medici dello Shanghai Ninth People’s Hospital nella Cina orientale di intervenire. Per poter eliminare il nevo i medici hanno bisogno di pelle e, per questa ragione, hanno impiantato 4 palloncini a forma di uovo sulla faccia della ventitreenne. In questo modo, avranno la pelle necessarie per ricoprire le zone asportate. I palloncini vengono regolarmente iniettati con soluzione fisiologica, per espanderli delicatamente. Il nevo melanocitario congenito colpisce circa l’un per cento dei neonati. Sono in genere evidenti alla nascita e hanno un colore marrone scuro o nero. Le voglie possono variare di dimensioni da piccole a molto grandi, in alcuni casi coprendo grandi parti del corpo di una persona. Il rischio principale è che le voglie si sviluppino in melanoma, la forma più letale di cancro della pelle. I medici possono rimuovere questi nevi e in molti casi viene eseguita un’operazione per ragioni estetiche.

Ma ci sono alcune cose che si possono fare per prevenire l’insorgenza del cancro.

Seguendo le raccomandazioni dei medici l’anno scorso, la povera famiglia di Xiao è riuscita a raccogliere 11.177 sterline per pagare la prima fase del suo trattamento a Shanghai, che è iniziata in ottobre.

“Durante il primo mese di trattamento, il mio viso mi ha fatto molto male a causa degli espansori delle dimensioni delle uova e delle iniezioni saline. Volevo sbattere la faccia contro un muro”, ha detto Xiao.

Speriamo che la donna riesca a risolvere il suo problema il prima possibile.