La tavola primaverile: tante idee per apparecchiare

 

Voglia di primavera, di bella stagione, di sole e di colore: nell’aria c’è questo desiderio un po’ in tutte noi.
E se, nella maggior parte dei casi, siamo impegnate a trovare gli outfit migliori, freschi, leggeri e con un tocco di colore per uscire di casa e sentirci pienamente immerse nel bellissimo mood primaverile, in altre situazioni avvertiamo la stessa voglia di vedere intorno a noi elementi di colore, divertenti e che sappiano rappresentare al meglio l‘arrivo della bella stagione.
Pensiamo per esempio alla nostra tavola: se stiamo per ricevere degli ospiti per una cena, magari nel fine settimana dove abbiamo del tempo in più ci viene subito voglia di allestirla in modo originale per stupire e rendere il tutto molto più carino.

Decorare la tavola di primavera è piuttosto semplice, soprattutto se sappiamo cogliere con occhio attento i segnali del risveglio della bella stagione.

1) Le linee guida

tavola-di-primavera-apparecchiata
La tavola di primavera

Il primo elemento a cui dobbiamo pensare sono i fiori: viole e anemoni nelle loro nuance del viola e del lilla, le primule e i narcisi dal giallo inteso e i rami di pesco con il loro romantico rosa.

Per completare il quadro pensiamo anche all’azzurro accesso del cielo e al verde pungente e carico dei prati inglesi.

Se primavera deve essere, queste sono banalmente le linee guida a cui fare riferimento: in sostanza i colori la fanno da padroni e a questi si dovranno poi aggiungere piccoli particolari per fare la differenza e per sottolineare ancora di più un mood romantico e spensierato.

Elementi vintage, piccole scatole di legno, erbe aromatiche, ramoscelli recuperati in giardino e tanti altri ancora saranno i protagonisti delle nostre tavole primaverili.

Per esaltare il ruolo del colore occorre poi tendenzialmente preferire una tovaglia dai toni tenui se non addirittura dal bianco puro.

In questo modo non solo risalteranno meglio gli elementi colorati, ma anche tutti quei particolari che andremo ad aggiungere come i vasetti per i fiori, le candele colorate, le piccole lanterne etc…

2) Servizi di piatti colorati e regole generali per apparecchiare la tavola

tavola-di-primavera-apparecchiata
Le regole per apparecchiare

Va da se che avremo particolare “vita facile” se già disponiamo di bellissimi servizi di piatti decorati e colorati: in questo caso loro stessi saranno i veri protagonisti e noi dovremo solo fare attenzione ad abbinare nel modo migliore tutti gli elementi di corollario in modo che tutto sia coordinato.

A prescindere poi che la nostra tavola imbandita debba essere dedicata alla primavera o a qualsiasi altra stagione occorre dare sempre importanza alle regole per apparecchiare: ogni elemento ha una sua corretta collocazione e i nostri risultati saranno senza dubbio migliori se seguiremo quelle piccole regole di bon ton.

Le forchette a sinistra, i coltelli a destra del piatto, le prime posate a essere usate in posizione esterna, il tovagliolo, eventualmente il piatto del pane, le posate del dessert e quant’altro: tutto dovrà avere la gusta collocazione così come mostrato nell’immagine sopra al centro.

3) I fiori

tavola-di-primavera-apparecchiata
I fiori come elemento decorativo

Abbiamo parlato di fiori come elemento decorativo per eccellenza della nostra tavola primaverile: fiori e perché no piantine grasse colorate poste in ogni dove.

E infatti il modo per presentare i fiori sulla nostra tavola dobbiamo trovarlo noi, quello più originale e sfizioso capace di stupire i nostri invitati.

tavola-di-primavera-apparecchiata
Come decorare con i fiori

Ovviamente vasi (quelli più comuni), ma anche e forse soprattutto soluzioni alternative e originali: tazzine vintage, gusci di uovo, vetri colorati magari pieni di acqua dove far galleggiare piccole margheritine o fiori di campo e (è proprio il caso di dirlo) chi più ne ha ne metta!

4) Elementi vintage

tavola-di-primavera-apparecchiata
Elementi vintage per decorare

Il vintage va sempre di moda e anche sulle nostre tavole fa una bellissima figura.

La primavera ha toni romantici e un po’ nostalgici che ben si sposano con l’idea di qualcosa di vecchio ben posizionato come elemento di decoro.

5) Scatole di latta, di legno e di ferro

tavola-di-primavera-apparecchiata
Idee originali per la tavola di primavera

Un ruolo importante, quando si tratta di decorare, lo gioca la nostra creatività: il consiglio è quello di guardavi attorno, in giro per casa troverete sicuramente qualche oggetto interessante e magari attualmente abbandonato a se stesso che potrebbe fare al caso vostro, come scatole di legno di qualsiasi forma, elementi in ferro e vecchie latte possono diventare non solo porta fiori originali ma anche porta pane, bottiglie e cosi via. Liberate la vostra fantasia!

6) Come presentare i tovaglioli

tavola-di-primavera-apparecchiata
I tovaglioli e la tavola

Di modi per presentare in modo originale i tovaglioli ce ne sono davvero tantissimi, di tutto e di più (si potrebbe dire).

Rimanendo fedeli al nostro tema floreale posso consigliarvi elementi semplici e dai toni naturali da abbinare a semplicissimi fiori o ramoscelli: corda naturale, nastrini colorati e persino erbe aromatiche potrebbero esserci di aiuto per dare un tocco davvero originale.

7) Le erbe aromatiche e le verdure

tavola-di-primavera-apparecchiata
Il rosmarino per decorare

Quante cose si possono realizzare con un semplicissimo rametto di rosmarino!

Perfetto per un’idea originale e moderna, sia pensando a una tavola rustica che a una più elegante e minimal.

La stessa cosa vale se vogliamo utilizzare dei vegetali per decorare la nostra tavola di primavera: anche qui basta fare appello a tutta la nostra fantasia, state già pensando a qualcosa di veramente originale?

tavola-di-primavera-apparecchiata
Decorare con le verdure

8) Originalità e abbinamento dei colori i must per la tavola di primavera

tavola-di-primavera-apparecchiata
Idee originali

Abbiamo iniziato con l’affermare che se possediamo dei bellissimi servizi di piatti già colorati e decorati avremo vita facile e questo è sicuramente vero, ma concludiamo nella convinzione che a permetterci il risultato migliore saranno senza dubbio la nostra fantasia e creatività: poco importano allora servizi preziosi e sontuosi.

L’importante è avere un pizzico di gusto e la pazienza per la cura dei dettagli: coordinare i colori e abbinare elementi in qualche modo uniti tra loro da un unico fil rouge sono le regole base per ottenere il risultato perfetto per la nostra tavola di primavera.

tavola-di-primavera-apparecchiata
La cura dei particolari

di Cristina Saglietti