L’app per andare in mare e osservare le specie marine

Ecco come organizzare vacanze sicure.

Come andare per mare in tutta sicurezza? Sarà sicuramente bellissimo organizzare una vacanza in barca, ma sono tantissimi i rischi nei quali possiamo incappare. Per fortuna è stata proposta, proprio in vista dell’estate 2018 e delle prossime vacanze, un’applicazione pensata appositamente dalla Divisione Vela Marevivo e Lega Italiana Vela per poter navigare consapevolmente. “Occhio al mare” è uno strumento semplice per poter permettere a chi andrà in mare di osservare e foto-identificare specie marine, ma anche i rifiuti, soprattutto plastica, che inquinano e deturpano i nostri mari.


L’app “Occhio al Mare”, l’APP della Divisione Vela Marevivo realizzata grazie al contributo della Lega Italiana Vela e della LegaVela Servizi, è stata realizzata per poter coinvolgere tutti i cittadini che potranno contribuire a raccogliere informazioni utili per difendere il mare e tutte le specie animali che lo vivono.

I dati che verranno raccolti tramite l’app, infatti, verranno elaborati da Marevivo e poi consegnati a organismi nazionali e internazionali che potranno così integrare le conoscenze sul mondo marino, sostenendo tutte le misure di conservazione delle specie, per ridurre inquinamento e degrado.

Chiunque, a bordo di una barca o di una canoa, potrà utilizzare l’app Occhio al mare, disponibile per Android e iOS. L’applicazione è semplice e intuitiva e con pochi passaggi si potrà contribuire alla ricerca scientifica tramite dati, osservazioni, fotografie. Grazie al sistema di geolocalizzazione sarà più facile individuare le zone fotografate.

Alessandro M. Rinaldi, Presidente di Legavela Servizi e vice Presidente esecutivo Lega Italiana Vela, spiega: “La nostra prima azione concreta per contribuire alla ricerca e all’informazione per la tutela del mare viene proprio dall’informazione che noi velisti e navigatori possiamo dare osservando il mare. Scaricare l’APP non costa niente ma daremo un grande contributo nel segnalare gli avvistamenti in mare utili a Marevivo per il raggiungimento dei suoi scopi istituzionali.”

Nicola Granati, Responsabile Marevivo della Divisione Vela, aggiunge: “Il mare non è solo un luogo di svagoma un ecosistema da proteggere, oggi più che mai in pericolo. Guardare il mare con occhi diversi dovrà essere l’impegno della gente di mare il cui ruolo è fondamentale nella protezione dell’ambiente marino. Invito tutti a scaricare subito l’APP e registrarsi, così da essere pronti a documentare gli incontri che si faranno e contribuire ad arricchire di dati e immagini le conoscenze già esistenti”.